Introduzione alla Stregoneria Tradizionale (IX): Come applicare i dati folklorici e storici alla pratica

stregoneriatradizionale riassunto

“In che modo i dati storici possono esserci utili per ricostruire le tradizioni antiche?”

Faccio un esempio: una persona che volesse riprendere la Stregoneria Tradizionale di Milano, farebbe:
– un “Gioco” ogni giovedì in onore a Madonna Horiente;
– altri giorni lascerebbe da mangiare e da bere per il corteo di Madonna Horiente;
– probabilmente avrebbe anche un altare per gli antenati (a cui offrire fiori e ceri);
– lascerebbe offerte di cibo sul davanzale della finestra per lo spirito della casa;
– farebbe viaggi in sogno al Gioco o al Corteo di Madonna Horiente;
– in uno di questi viaggi in sogno si farebbe rivelare qual è il suo Famiglio Animale, qualora desiderasse lavorarvici;
– una volta scoperto lascerebbe ogni giorno delle offerte di latte (o cibo e/o altre bevande) mischiate con gocce del proprio sangue al Famiglio.

Una persona che venisse dal Friuli, al posto del Gioco (sia fisico che in sogno) cercherebbe di creare una Compagnia di praticanti per partecipare a Processioni in Spirito o a Lotte in Spirito contro entità avverse e con essi attuerebbe dal vivo rappresentazioni della Processione (ad esempio la Compagnia salvo un praticante potrebbe rappresentare la Processione, che passerebbe nell’abitazione di quest’ultimo. Nell’esecuzione fisica dell’atto, il gruppo – rappresentante la schiera – busserebbe alla porta del praticante che aprirebbe loro, si inchinerebbe, indicherebbe loro un banchetto da egli preparato che essi consumerebbero, poi questi ultimi danzerebbero e infine un membro della Compagnia scelto a sorte, rappresentante il leader della Processione, darebbe la sua benedizione con un gesto rituale, ad esempio illuminando tutta la casa con una torcia o toccando con un bastone o una bacchetta. A questo punto la Compagnia si avvierebbe verso l’uscita e il praticante si inchinerebbe davanti ad essa prima di salutarla vedendola uscire via).
Questo perchè in Friuli non vi era il Sabba o il Gioco, ma si assisteva alla Processione dei Morti e si partecipava alle Battaglie per la Fertilità.
Al posto di Madonna Horiente, leader del Gioco, venererebbe la Badessa, leader dei Benandanti.
Al posto degli incontri settimanali ogni giovedì, la Processione si svolgerebbe i giovedì delle quattro tempora, quindi 4 volte all’anno.

Una persona invece che abitasse in Umbria, Marche o Abruzzo, perlomeno nelle aree di queste regioni situate nei dintorni dei Monti Sibillini, al posto della Processione o delle Battaglie in Spirito, avrebbe come tema fondante il viaggio nell’Altro Mondo (in questo caso il “Paradiso della Sibilla”) e i Balli delle Fate (la variante locale del Gioco).
Perciò eseguirebbe un Gioco durante le giornate in cui le leggende raccontano si radunino le Fate per ballare (i pleniluni); e farebbe Viaggi in Sogno a tali balli e/o al Paradiso della Sibilla.
Le offerte giornaliere, stavolta, non sarebbero dirette a Madonna Horiente o alla Badessa, bensì alla “Sibilla Appenninica e alle sue Fate”.

Ecco come si applicano i dati storici nella pratica.

“Hai elencato la situazione delle zone limitrofe ai Monti Sibillini, a Milano e nel Friuli. Ma nelle altre regioni? Tipo in Campania?”

Allora, per trovare quale Divinità/Famiglio Deifico/Spirito Patrono sia rimasto in ogni regione, o nel folklore, o nei processi dell’area, o nei documenti storici che ne parlano, abbiamo creato un album che racchiude regione per regione. Non ci sono tutte tutte tutte le regioni, ed è ancora in fase di completamento, ma permette di far comprendere il meccanismo. Eccolo:
https://m.facebook.com/StregoneriaItaliana/photos/?tab=album&album_id=1907466092600631

Infatti il meccanismo è sempre lo stesso: come trovare il Pantheon della propria regione?
Semplicemente basta cercare nelle leggende e nel folklore (oltre che in eventuali processi o documenti storici locali):
– Quali figure sono a capo delle streghe?
– Quali figure sono a capo delle fate?
– Quali figure guidano la Caccia Selvaggia/Processione dei Morti?

Questo perché Caccia Selvaggia, Orda delle Fate e Corteo delle Streghe coincidono come fenomeni, secondo Ginzburg. Ergo i leader di uno sono i leader dell’altro.

A queste vanno aggiunte le figure pagane rimaste nel folklore, tipo:
– quali madonne e santi sostituiscono Dei precedenti?
– quali spiritelli, folletti o fate fanno riferimento, nei nomi o nella descrizione, a Dei precristiani?

In base a questo creiamo il Pantheon.

C’è un’immagine del Pantheon della Campania nell’album, che è possibile visionare tranquillamente.
Ovviamente questo album contiene solo accenni, sto preparando ricerche più ampie perciò per ora solo accenni posso fare.

Diciamo quindi che in Campania abbiamo:
– Diana/Jana (secondo Eliade tutti i nomi di fate e streghe in Europa che fanno riferimento a nomi simili, vedasi le janas sarde, le zine albanesi, le xanas spagnole, le janare campane, ecc., derivano da Diana)
– La Zucculara (figura che può essere una rimanenza di Ecate)
– Erodiade
– Cupindo
– Godàn
– Sepilla la Bella
– Cibele/Mamma Schiavona

* Ora che sappiamo il Pantheon qual è, dobbiamo scegliere il nostro Famiglio Deifico tra gli Dei presenti nel Pantheon.

* A questo punto faremo un’offerta di cibo (la Tavola a cui ho già accennato in questa serie di articoli) una volta al giorno o una volta a settimana.

* Andiamo a vedere adesso le date dei Sabba e se nella nostra regione è presente il Sabba, il Corteo, la Processione dei Morti, il Viaggio nell’altro mondo, le Battaglie in Spirito o tutto questo assieme.
Semplicemente apriamo un libro di folklore della nostra regione (tipo i libri delle leggende della Sicilia, della Sardegna, della Lombardia, ecc. di Newton & Compton sono perfetti), vediamo la sezione che parla delle streghe. Leggiamo quindi e facciamo attenzione:

1) a cosa fanno le streghe:
# Sfilano con i morti?
Allora avremo la Processione dei Morti o Caccia Selvaggia.
# Si combattono tra loro o contro altre creature?
Allora avremo le Battaglie in Spirito.
# Vanno in un regno magico, incantato come il Paese delle Fate o il Paradiso della Sibilla?
Allora avremo il Viaggio nell’Altro Mondo.
# Vanno di casa in casa e mangiano e bevono?
Allora avremo il Corteo delle Buone Donne.
# Vanno a raduni o al Sabba?
Allora avremo il Sabba o Gioco della Buona Società (caso più comune).

2) a quando lo fanno:
Le date saranno quelle che riprenderemo per agire anche noi.
Le date cambiano da regione a regione e spesso da paese a paese quindi non ha senso che le elenchi, perché possono essere ogni settimana o una volta l’anno, a seconda del luogo.
Semplicemente prendete un paio di libri di leggende della vostra zona e guardate. Anche in questo caso la Newton & Compton è l’amica più fidata 😀

 

:: Per riassumere ::
Adesso che sappiamo tutto questo:

1) Faremo il Tavolo delle Offerte (già descritto in questa serie di articoli) ogni giorno o almeno una volta a settimana al nostro Famiglio Deifico;

2) Eseguiremo o il Sabba/Gioco fisico o l’attuazione fisica della Processione o del Corteo (che coincide visto si tratta sempre di schiere che sfilano quindi le azioni che compiono sono le stesse) – a seconda di quale dei tre fenomeni abbiamo riscontato essere presente nella nostra regione – nelle date che avremo trovato;

3) Utilizzeremo i sogni o lo scrying/idromanzia (tecniche già descritte nella serie di articoli) per andare al Corteo/al Sabba o Gioco/alla Processione/all’Altro Mondo/nelle Battaglie in Spirito (a seconda di cosa è presente nella nostra regione) in stato alterato di coscienza o in fase onirica/astrale. In questi viaggi è opportuno incontrare il proprio Famiglio Deifico, chiedendogli di incontrarlo in sogno o in trance e di presenziare in qualità di leader del Corteo/del Sabba/della Processione/dell’Altro Mondo;

4) Se vogliamo lavorare anche con il Famiglio Animale, una volta raggiunto il Sabba/il Corteo/la Processione/l’Altro Mondo, chiederemo al nostro Famiglio Deifico di rivelarci e simbolicamente consegnarci il nostro Famiglio Animale.
Una volta consegnatoci, immagineremo di unirci ad esso, per rappresentare che da ora in poi egli abiterà in noi, e ci assisterà nel viaggio onirico al Sabba/ecc. e ci potremo trasformare in lui in stato alterato di coscienza (la cosiddetta metamorfosi della strega);

5) Se avremo scoperto il Famiglio Animale, dovremo fargli offerte giornaliere (da affiancare a quelle al Famiglio Deifico), consistenti di cibo (solitamente latte) con aggiunta di una o due gocce di sangue (da estrarre con un ago sterilizzato);

6) Se non vogliamo lavorare con il Famiglio Animale possiamo anche non scoprirlo e lavorare solo con il Famiglio Deifico. Se oltre al Deifico vogliamo lavorare con altri Famigli che non siano quello Animale, potremo scegliere tra:
– Famiglio Defunto: si tratta degli Antenati, che omaggeremo con offerte di ceri, foto, cibi e bevande che apprezzavano da vivi (da cambiare dopo un giorno e una notte) e fiori (da cambiare anch’essi). Il loro mezzo di comunicazione preferito sono i sogni;
– Famiglio Domestico: è lo Spirito della Casa. L’offerta è di cibo, da posizionare la sera sul davanzale della finestra;
– Famiglio Fatato e/o Famiglio Vegetale: si tratta rispettivamente dello Spirito di un Luogo con cui vogliamo intessere una relazione e dello Spirito di una Pianta. Le offerte per quest’ultimo sono le classiche cure che si porgono a una pianta, più solitamente ogni tanto una goccia di sangue da farle assorbire, in modo da rafforzare il legame magico.
Per gli Spiriti dei Luoghi in primis dobbiamo assicurarci che gradiscano la nostra presenza, e una volta assicuratici di ciò, faremo offerte regolari (ogni volta che andremo sul luogo) di latte e pane (o tortine fatte in casa dal praticante).

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...