L’Arte di Elfhame #8: La Disposizione dei Mondi

[“L’Arte di Elfhame” è una serie di articoli che esula dal Ricostruzionismo che solitamente caratterizza questo blog per concentrarsi sulla pratica e sul pensiero dell’autore Revivalista Robin Artisson. Non sono io il traduttore di questi articoli, ma Nera di Peste di Granfie. Per poterli riprodurre sul mio sito ho dovuto chiedere il permesso a lei, quindi se volete ripostare questi articoli su altre piattaforme blog o siti dovrete chiedere il permesso non a me ma direttamente a Nera.]

La Disposizione dei Mondi

mondi

Agnesse ti dice:

“Questa è la disposizione dei mondi: essi furono concepiti, o nacquero, nel grembo della Vecchia Fato al tempo dell’inizio senza fine…

Puoi definire un mondo come un ampio luogo pieno d’alberi ed oceani, e fiumi e venti, ma la verità è un qualcosa di più profondo. Un “mondo” non è nulla più che un modo di essere consapevole. Esistono molti tipi di consapevolezza, che vanno dalle primordiali profondità che stanno molto al di sotto della superficie di ciò che tu ora percepisci, fino alla più alta consapevolezza. Un essere che sperimenta ciascuno di questi livelli percepisce la realtà come un “mondo” molto differente da quello che percepiscono gli altri esseri. Il potere è potere, ed esso ha flusso e forma mutevoli. Sperimentare, per mezzo di differenti prospettive, le sue molte forme temporanee ti porta a considerare te stesso in un “mondo” o in un altro. Il segreto è che tu esisti davvero in molti livelli simultaneamente… sei solo talmente abituato a questo mondo che permetti a tutti gli altri mondi, e tutte le loro visioni e suoni e sensazioni, di sfuggirti, come fossero un sogno. Quando, al momento della tua “morte”, fluttui da questo stato – da questo mondo – ad un altro, uno o più di questi “mondi” ti si faranno apparenti e realizzerai in seguito che tu non puoi morire, perché vi è molto più di “te” che un “corpo” in un “mondo”.

Agnesse continua…

“Molto al di sopra di noi si trova il divino reame della purezza… chiamato “Chimeri”, da noi della Gente. Qualcuno lo chiama “paradiso”, ma chi lo definisce così non ne comprende la vera natura. Nel Chimeri, sopra i cieli, vi è il filarello rotante di Orovidea, la Vecchia Maestra Fato e Regina del Cielo. L’esatto sentiero delle stelle si muove in una spirale nel cielo notturno, e dalle Antiche Genti esso veniva chiamato “La Via della Dama”. Qui, dove la stella Polare incontra la Pietra del Dio, si trova il Palazzo del Vecchio Tubal Cain, e qui è dove lo spirito del Vecchio Uomo riposa in attesa della sua nascita.

In quelle bellissime terre vi è il mondo dei Potenti Morti chiamati anche “Gli Uomini Maestri” riuniti nella Compagnia Occulta… quelle anime umane che hanno raggiunto la totale consapevolezza e realizzazione… i veri saggi che hanno subito una misteriosa metamorfosi che li ha resi veri spiriti Astuti, ed essi agiscono come guardiani ed insegnanti a noi che siamo qui.

Le anime Maestre nei loro corpi splendenti dimorano in questo luogo e la grande e divina fonte consacra per sempre questo regno, come anche lo spirito divino della vecchia Dama. Tra le stelle puoi vedere le “Sette Sorelle”… chiamate Pleiadi da alcuni… e il gruppo di stelle chiamate “Llys Don”, che in un antico linguaggio di questa terra significa “La Corte di Don”… Don, il nome con cui una volta le antiche genti Celtiche di questa terra adoravano lo spirito della Fonte Madre. Esse se ne sono andate molto tempo fa.

Coloro di cultura greca chiamano la Corte di Don “Cassiopea”. La vediamo come il trono stellato della Madre che Gira, da cui essa ci osserva.

Qui ti trovi nelle foreste della Terra in questo mondo al centro del Mulino, chiamato così perché siamo al centro della grande Pietra… Questo è il mondo dell’umanità e degli animali, e delle cose verdi che crescono. Ad Est, si trova il grande Regno del Fabbro, Tubal Cain, il Saggio Maestro che donò all’uomo il divino fuoco, che ci dette quell’astuto fuoco per modellare il nostro mondo intorno a noi, così come il fabbro modella il metallo con il fuoco… è la luce di quella fornace che puoi vedere infuocarsi ogni mattina, ad est. A Sud si trovano il Regno degli Alberi e il Castello della Vita: i Palazzi del Vecchio Hob. Ad ovest vi è il Regno di Vetro, una allusione alle acque che circondano il Castello al di là dell’isola delle mele. A nord, il Regno delle Stelle e il Castello Adamantino, o il Castello Piangente, dietro il vento del Nord.

Gli dei del vento si muovono impetuosamente intorno a questo mondo, senza fermarsi, soffiando in una perenne spirale con il movimento del potere, che scorre e fluisce costantemente.

Molto lontano, ai margini di questo mondo – alcuni dicono sotto i mari e le grotte – vi sono le Rosse Profondità. Questo è il luogo in cui i malvagi giganti del tempo della prima alba furono costretti a dimorare dagli antichi spiriti splendenti, così che il mondo potesse essere abitato dall’uomo in sicurezza. Chiamiamo questi giganti “Gli Uomini Rossi” ed essi furono i primi tra i figli della Natura, e furono i primi padroni di questa terra. Ora essi siedono in esilio in questo lontano reame, che non è raggiungibile se non dal più lungo e pericoloso pellegrinaggio…ed è terribile, pieno di pericoli per gli uomini. Il capo degli Uomini Rossi è il Vecchio Wandil, che è l’Uomo dell’Inverno.

Ai margini di questo mondo vi sono anche i campi di brace, in cui ardono i grandi fuochi. Questa è la fonte di tutti i fuochi del mondo, dal fuoco che vive nel ramoscello non ancora sfregato, al fuoco che appartiene all’uomo, fino ai grandi fuochi al di sotto della terra. E’ pericoloso e potente e gli antichi dicono che le scintille di fuoco provenienti da questo luogo aiutarono davvero a dare inizio alla creazione dei Mondi.

Attraverso il mulino del nostro mondo si muove il grande Albero Infestato, o la Pietra del Dio eretta… Come il Bastone Biforcuto che si trova al centro del Mulino quando viene tracciato. Questo è il luogo centrale – ciò che è al Centro di tutte le cose – che collega insieme tutti i mondi. Una volta che hai imparato come allineare la tua consapevolezza con esso, puoi visitare i mondi per mezzo dei riti appropriati.

Le origini di questo grande potere si trovano ad Elfhame, l’oscuro mondo di sotto, chiamato “inferno” dalla maggior parte delle persone che non comprendono nemmeno esso… visto che “Hel” era l’antico nome della stessa Grande Dama, e non fu mai considerato un luogo “cattivo”, benché gli uomini lo temessero poiché esso rappresenta quelle cose che sono sconosciute; è il luogo in cui tutti i misteri si raccolgono e vengono risolti, e ancora più misteri ne emergono. Ciò include il mistero della morte e ciò che giace al di là – poiché il fato delle persone “ordinarie” si trova in Elfhame…

Nelle profondità di Elfhame vi è il Calderone, o il Movimento. Esso è il grembo della Buona Dama stessa, la Madre di tutte le cose. E’ lo stesso che la fonte Divina, poiché ciò che sta più in alto e ciò che sta più in basso sono la stessa cosa, dopo tutto. Il grembo-calderone da inizio a tutte le cose… e tutte le cose nel tempo vi fanno ritorno… ed esso rinnova tutto… come il grembo della madre umana che ti dona rinnovo e vita in ritorno a questo mondo. Elfhame è governato dallo spirito della regina stessa, ed è questo oscuro luogo di potere che racchiude la profondità primordiale, i fili non tessuti che esistevano nell’Antica Notte prima dell’inizio. Gli oscuri luoghi sotto le colline sono la dimora di molti spiriti, e puoi trovarvi molta saggezza se riesci a farli parlare con te, o se sei astuto abbastanza da rubare ciò che è loro. I Misteriosi Spiriti nelle sacre colline faticano sotto la terra trasformando le ricchezze del mondo di sotto in preziosi tesori.

Tutti i misteri e tutte le oscurità, tutte le parti nascoste della mente, si incontrano in questo mondo al di sotto… perciò gli uomini lo temono. Gli uomini oggi vorrebbero voltarsi dall’altra parte di fronte a ciò che non comprendono, lo considerano cattivo e si aspettano che un salvatore venga ad aggiustare le cose per loro – piuttosto che affrontare ciò che non conoscono e capire che è anch’esso parte di loro stessi, ed anche ciò che non comprendono è un luogo in cui devono avventurarsi.

Le donne comprendono meglio tutto ciò, poiché questa oscura fonte è manifesta in esse. Nel corpo di ogni donna vi è il potenziale per creare una nuova vita… il “calderone” di un grembo… e le donne hanno una naturale connessione con Elfhame che gli uomini non comprendono, ne sono sconcertati, e a volte la temono.

In Elfhame vi è anche il Prato. Il Prato è il luogo in cui la Gente Saggia viaggia quando il loro spirito “esce dal corpo” cioè quando essi volano con lo spirito per avere accesso ad Elfhame e si uniscono nella Celebrazione del Sabba.

Il Prato è lo splendente e bellissimo luogo di riposo per tutte le persone che sono morte, la cui natura buona ha tessuto il Fato della pace. Questo include coloro che sono stati amabili e gentili, onorevoli e che hanno vissuto le loro vite al meglio. La pace che queste persone hanno conosciuto in vita continua dopo la morte, dato che il modo in cui le persone si sentono realmente dentro è ciò che si trova nella loro più profonda mente: la saggezza di queste esperienze vissute resta nelle persone nello stato del dopo-morte, dall’altro lato del Fiume.

Gli Antenati, chiamati da noi i Feeorin, dimorano tutti presso Elfhame, così come gli spiriti degli antenati che ancora devono nascere. Essi sono potenti e saggi al di là di ogni credo.

Allo stesso modo nell’oscuro Elfhame puoi trovare la “Fredda Spiaggia” chiamata anche la Riva del Lamento, le fredde rive dove gli spiriti dei malvagi soffrono in isolamento e infelicità. Queste anime e spiriti familiari sono quei Fati e ciò che resta delle persone la cui natura è stata consumata in odio, rabbia o violenza verso i loro compagni umani e nei confronti della grande comunità della vita intorno ad essi, in ogni forma. Ciò che un uomo fa ad un altro, lo fa a se stesso… e nella morte, la consapevolezza dei loro atti rimane in loro, ed essi devono abbracciare la malvagità a cui si sono dedicati in vita e dimorare in essa.

I terribili conflitti interni che questi esseri infelici provavano in vita, diventano il loro nuovo stato di esistenza dopo la morte… poiché quando il sé esterno se ne è andato, con tutte le sue distrazioni, ciò che diventa reale – il nuovo stato di esistenza – è quello che è rimasto nella mente e nel cuore della persona dopo la sua morte. Perciò considera attentamente ciò che fai e dici, ma più importante, perché lo fai, e perché lo dici. Esamina attentamente ciò che è nel tuo cuore e nella tua mente. Queste cose sono importanti. Una cosa è ovvia… secondo il proprio destino, a meno che una persona trasformi il suo Fato, la morte del corpo in questo mondo porta a un cambiamento di consapevolezza nell’essere una volta che ha raggiunto Elfhame, che è l’origine e la fonte di questo mondo. Così come il corpo va sotto terra, allo stesso modo lo spirito vola verso Elfhame. Lo spirito di solito ha bisogno di nove notti perché avvenga la transizione al mondo di sotto, e, a meno che un qualche potere non lo leghi a questo mondo, esso se ne va. Per queste Nove Notti, noi diciamo che lo spirito sta percorrendo le “Strade Fantasma”; ciò significa che sta viaggiando verso il mondo dei morti. La via è piena di illusioni simili a sogni e di spiriti che sussurrano al defunto; piacevole per alcuni, terrificante per altri.

Quale che sia il luogo in cui uno spirito del mondo di sotto attende il suo tempo, tutti gli spiriti infine arrivano alla fonte e trovano rinnovo… le acque della dimenticanza lavano via i dolori e i legami della loro mente, e quindi fluttuano in ritorno a questo mondo. Alcuni scelgono di fare ritorno, altri vagano per sempre auto-punendosi prima di permettere a loro stessi di sentirsi espiati dai loro atti sbagliati. E’ tutto dentro di te, lo sai. Non vi sono dei che puniscono i mortali… le persone puniscono loro stesse per mezzo dei propri pensieri ed azioni, e dai fili del Fato che hanno tessuto in merito. L’antica gente una volta parlò del Padre che attende di leggere la condanna a un’anima dopo che la sua vita è finita, ma al saggio, che comprende che Egli non è solo lo Spirito Padre, ma anche l’arioso spirito della mente nell’umanità, questa storia comunica semplicemente, con una metafora, la verità sulla realizzazione mentale di una persona sulla natura delle sue azioni dopo la sua scomparsa.

Sii sempre consapevole del movimento del potere, poiché esso è supremo… interferire con il suo flusso o disturbare l’interazione del potere da mondo a mondo, è un atto che commetti a tuo rischio e pericolo. Facendolo, metti in moto una catena di eventi che avranno sempre un effetto nel potere cambiando il suo fatidico flusso, e potresti ritrovarti intrappolato nel certo non confortevole centro di questi eventi. Tali disagi includono la perdita della vita, la distruzione di posti naturali, e così via. Non dimenticare che né l’uomo né un dio possono salvarti dalla catena degli eventi messi in moto dal fato, il che include anche un atto causato per tua mano.

Non commettere mai l’errore di pensare a questi mondi, o processi, come fossero lineari. Accade per tutto il tempo, adesso e in un grande movimento ciclico, e ciò unisce tutti noi… sei un’anima sofferente e perduta, un Maestro, un umano, un albero, un uccello e uno spirito tutto in una volta, una grande creazione che sta per prendere consapevolezza di sé stesso!!! Cosa vedrai dopo?? La creazione ha inizio ora! Finisce ora! Tutto in un momento! Cosa sei tu, realmente? In questo mondo? Sono io parte di una visione?

Sapendo questo, allora cosa è la “rinascita”?… E’ il movimento della tua mente. Il vento negli alberi non si muove! E’ la consapevolezza della tua anima che si muove! Cosa sono i cicli?… Niente se non il tutto.
Io chiamo Tutti voi… Tutto!” Agnesse sorride e ridacchia. “Cerca lontano, a Elfhame, le cose di cui ti ho parlato”.

Robin Artisson

Articolo originale: The Lay of the Worlds

Copyright © Robin Artisson. Tutti i diritti riservati.
Vietata la riproduzione totale o parziale dell’ opera senza autorizzazione scritta da parte dell’autore.

Traduzione e adattamento a cura di Nera

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...