L’Arte di Elfhame #4: La Metafisica dell’Arte Antica (Parte 3/3)

[“L’Arte di Elfhame” è una serie di articoli che esula dal Ricostruzionismo che solitamente caratterizza questo blog per concentrarsi sulla pratica e sul pensiero dell’autore Revivalista Robin Artisson. Non sono io il traduttore di questi articoli, ma Nera di Peste di Granfie. Per poterli riprodurre sul mio sito ho dovuto chiedere il permesso a lei, quindi se volete ripostare questi articoli su altre piattaforme blog o siti dovrete chiedere il permesso non a me ma direttamente a Nera.]

La Metafisica dell’Arte Antica

di Robin Artisson

 

image

PARTE IX: L’ Arte Magica

Bene gente, eccoci arrivati all’ ultimo messaggio che riguarda termini, concetti e altre cose che devono essere capite prima di cominciare nella pratica dell’ Arte Antica in modo appropriato.

Ti avviso che questa parte sarà pesante, anche perchè alcuni dei prossimi concetti sono impossibili da spiegarsi poiché è realmente necessario sperimentarli per poterli capire. Presta attenzione, le parole che seguono possono essere una buona guida. Ricorda che le persone non sentono allo stesso modo la natura dell’ Anima e dello Spirito etc, e mai lo sentiranno. Il Potere è continuamente in movimento e anche la tua mente. Tutto quello che posso prometterti è questo: quello che può funzionare divinamente bene una volta, può non funzionare così bene la prossima volta che tenterai. E’ dura ma devi cominciare ad imparare a CONOSCERE la natura del tuo potere e del tuo proprio essere, perchè tu possa migliorare la tua abilità.

Riassumendo, i lavori dell’ Arte Antica tendono ad essere: 1.) individuali e 2.) spontanei. Non puoi fuggire da questo. ESISTONO davvero mezzi codificati, come canti e orazioni, e anche alcuni appunti di strutture rituali, in alcuni casi, come il Compass Round quando un Coven si riunisce, ma normalmente lo scheletro dell’ Arte Antica che andrai a scoprire è molto aperto e flessibile, esattamente come il Potere che l’ Arte cerca di esprimere, unire e, a volte, manipolare.

Volontà

Non abbiamo ancora discusso il concetto di “Volontà” o “Potere della Volontà”. Non ho molto da dire su questo argomento, comunque ti dirò quel che segue: tu hai un potere (e questo potere deriva dalla tua Anima) di usare i tuoi propri desideri e necessità per forzare le cose ad accadere o cambiare. Questa è la Volontà. E’ uno strumento cruciale per l’ Arte Antica, in realtà non puoi realmente parlare di “volontà”, ma puoi (anche senza percepirlo) fare accadere le cose. Tu fai sì che ti alzi al mattino anche quando non ne hai voglia, ma in un qualche luogo in profondità, esiste una certa necessità di doverlo fare e che diventa come un ordine forte al quale tutto il tuo corpo risponde. La Volontà è come una forza attiva della tua Anima, irradiandosi dalle profondità e causando cambiamenti d’accordo con i tuoi desideri. La Volontà è una forza, una forza molto sottile, e nell’ Arte è usata principalmente per causare cambiamenti negli stati di coscienza.

Tu puoi farti (e non sto dicendo obbligarti a farlo! Quando io dico “farti” NON INTENDO DIRE “tentare severamente”.. “volontà” è qualcosa di diverso) entrare un nuovo stato di coscienza. E’ sufficiente sapere, a un livello profondo, che questo è qualcosa che tu vuoi fare e portare tutto il tuo potere personale e sottile per farlo accadere. Se usi la volontà in modo appropriato, allora i cambiamenti causati dovrebbero essere molto discreti e naturali, come una foglia che cade al suolo. La Gravità è una forza potente, eppure sottile, allo stesso modo della volontà. La foglia può fluttuare e tardare un po’ di tempo a cadere, ma senza dubbio alcuno, finisce col cadere.

La Volontà può estendersi in qualunque parte della tua mente, o “ambiente”. Ricorda che sei legato a tutte le cose a un livello fondamentale.. Cominci sperimentando la volontà a un livello interno, personale, e impari a estendere la tua volontà al mondo e intorno a te. RICORDA: la Chiave di causare cambiamenti reali e potenti attraverso la volontà è possedere la combinazione appropriata di concentrazione mentale e sforzo interno.

NON lo sforzo fisico. Se stai facendo pressione stai già sbagliando e non farai nulla di più che aumentare la tua percezione della Coscienza densa, sforzandoti fisicamente. La Volontà è molto simile all’ Anima, nella quale, qualunque azione realizzata, qualunque cosa tu faccia, è un’ azione di volontà. La “Volontà” in un certo modo serve come base per qualunque tua azione, sia che tu lo percepisca o meno. Anche decidere di usare la tua volontà è un atto di volontà. Segue nel prossimo paragrafo un esempio di uso della volontà.

Il Potere del Serpente

Chiunque utilizza il potere; gridare, correre, concentrarsi, cantare, tutte le attività diarie interne ed esterne fanno uso del potere. Il problema è che la maggior parte delle persone non capisce che possiedono molto più potere di quanto potrebbero mai immaginare. Da ora in avanti io parlerò solamente delle streghe.

Anche una strega iniziante ha fonti di potere disponibile: anche prima che la strega abbia incontrato il suo Puckerel, anche prima di avere incontrato il suo Amante Incantato, prima di qualunque cosa, essa possiede il potere. Lo stesso si può dire di qualunque uomo comune. Come sarebbe?

Il semplice fatto è che non è certo perchè tu non sei cosciente del tuo Animale Incantato o del tuo Amante Incantato che essi non stiano lì, al loro posto. Loro sono lì, così come il tuo corpo e la tua anima. Probabilmente tu hai già incontrato il tuo Animale Incantato in sogno a un certo punto della tua vita. E’ anche ALTAMENTE probabile che tu abbia già incontrato il tuo Amante Incantato in più di un sogno. Tu semplicemente non li conoscevi e magari non li hai degnati di attenzione, pensando che si trattasse di semplici sogni. Parte dell’ Arte dei Saggi è divenire coscienti di queste cose e cominciare a percepire cosa realmente succede nel mondo intorno a sé, nei mondi interni e nei tuoi sogni.

Quindi, molto prima che il Dio Cornuto ti presenti il tuo Famiglio, molto prima che questo Famiglio ti guidi fuori dal corpo verso l’ Altro Mondo per incontrare il tuo Amante Incantato, essi sono esistiti ed esistono. Questi due, l’ Animale Incantato e il tuo Amante Incantato, sono POTERI PERSONALI, o “Contatti”, come spesso vengono chiamati nell’ Arte Antica. Questi sono poteri che chiunque possiede e chiunque può usare per la trasformazione personale.

Esiste anche un terzo tipo di Contatto, che chiunque possiede, e oggigiorno è il più utilizzato (è sempre stato il più utilizzato): è il Potere del Serpente.

Una persona che vive quotidianamente la sua vita e non si è mai dedicata alla “magia” sta utilizzando incoscientemente il Potere del Serpente per realizzare qualunque azione o pensiero; questo tipo di persona quindi sta usando il potere istintivamente per quanto gli è necessario, tutto qui. Una strega o un altro tipo di persona con una certa potenzialità, può aumentare questo potere, che fluisce nel mondo intero e attraverso di noi, per una maggiore intensità ed usarlo per far divenire le sue azioni, pensieri o parole più “potenti” o “magiche”. Tra poco vedrai come tutto questo è molto importante.

Ora però concentriamoci su come puoi usare il Potere del Serpente e “riempirti” di lui, in grandi quantità. Il segreto è: 1) Sentire, o percepire, il potere e 2) fare in modo che esso fluisca più fortemente in te.

Devi capire ed accettare ora che il Potere del Serpente fluisce come un maestoso fiume per tutto l’ universo. Noi, e tutto il nostro mondo è semplicemente immerso in un grande braccio di questo immenso potere-spirale che non smette mai di muoversi. Le Stelle in cielo riflettono tutto questo e il potere che fluisce dal suolo, così come in cielo, rispecchia questo. Questa è la teoria che sta dietro alle “Linee di Ley” di cui probabilmente hai già sentito parlare.

Devi capire, proprio ora, che un potere immenso fluisce attraverso te e l’ ambiente intorno a te. Ti è già capitato di picchiare leggermente in qualche parte del tuo corpo molte volte di seguito? Ricorda che dopo un certo periodo, il tuo corpo diviene come “addormentato” e non sente dolore. Tutta la tua forma fisica e, a un livello minore, il tuo spirito, diventa insensibile alla presenza del Potere del Serpente. Il Potere è lì ma tu devi aprirti, DIVENTARE PASSIVO quanto basta per riscoprire questa sensazione.

Il fatto è che tu la “senti” già questa sensazione, ma ti sei ormai abituato ad essa e probabilmente non ti sei mai soffermato a pensare a cosa fosse, o magari invece hai già sospettato che questa sensazione fosse il potere del quale ti sto parlando.

Questa “sensazione” è quella “immensa” sensazione che senti quando sei in mezzo alla Natura, sulle montagne, nella foresta, etc. E’ quella sensazione di un “presenza” che senti quando sei in giardino e guardi gli alberi. Se chiudi gli occhi e focalizzi la tua attenzione al tuo giardino, la “sensazione” che senti “intorno a te” è la percezione del Potere del Mondo.

Il modo più semplice per sentirlo (e questo vale anche per gli ambienti chiusi) è chiudere i tuoi occhi, metterti con le braccia aperte in posizione retta (anche il palmo delle mani), quindi, tentare di focalizzare la tua attenzione in direzione di FUORI. Ignora i tuoi sentimenti “interni” e cerca di “sentire” o “percepire” solo quello che si irradia verso di te, che viene dal mondo esteriore. Non è complicato, devi solo lasciare che questo succeda e ti prometto, sentirai il potere. Una volta che ti sei concentrato in esso non vorrai più fare a meno di risentirlo, quando riproverai. A volte sembra che esso sia in costante e lento movimento, altre volte sembra permanere immobile, irradiando con forza.

Puoi cominciare focalizzando la tua attenzione con gli occhi aperti o chiusi, da DENTRO il tuo corpo e la tua mente e percepire che lo stesso potere che senti intorno a te è, ovviamente, dentro di te e di fatto fluisce attraverso te, nello stesso modo dell’ aria che respiri e il sangue che corre nelle tue vene. Non dimenticare MAI che questo potere è piuttosto ovvio, così ovvio che ormai ci si è abituati ad ignorarlo, nonostante esso sia di fronte a te, dentro di te e in tutto ciò che esiste. Non pensare mai che ti stai “inventando un sentimento”: questo potere esiste realmente in ogni luogo e non è un’invenzione.

Ora, quando hai imparato a sentirlo, devi intensificare il suo flusso attraverso te. In fondo questa è la parte facile: è sentirlo che è più difficile per la maggior parte delle persone.

Rimani in piedi, con le braccia abbassate ai lati del corpo ma che formino un angolo di 45° e con i palmi delle mani rilassati e aperti. Ora senti il Potere del Serpente in te, in tutto intorno a te, fluente dal suolo, dal tuo corpo e SENTILO fluire dalle tue braccia verso la spina dorsale. I tre canali (le tue due braccia e la spina dorsale) devono essere in questo modo ” /|\ “. Il principale canale del potere sarà la spina dorsale e probabilmente anche le gambe. Ricordati che tu “possiedi” già questo flusso di potere in te; quello che stai cercando di fare è intensificare DUE cose: 1) la tua coscienza del flusso che è già in te e 2) il flusso in sé.

In questo momento devi solo volere che questo accada usando il tuo desiderio e forza di volontà per, letteralmente, forzare questo flusso ad essere attratto da te. Perchè dovresti avere il potere di fare ciò? Per lo stesso motivo per il quale dovresti avere il potere di percepire un luogo distante. Perchè la tua anima è già una parte di tutto e perciò, la tua volontà, derivata dalla tua anima, esercita realmente un effetto sottile in TUTTO, particolarmente nell’ oggetto cosciente nella tua volontà, identificato con la tua mente. In questo caso, il potere che fluisce nella natura.

Questo richiede pratica. Quanto più ti allenerai, tanto più migliorerai. C’è qualcosa in più da aggiungere: una volta che questo potere entra nelle parti più basse del corpo, attraverso i tuoi genitali, esso andrà naturalmente verso l’ altro: comincia ad accumularsi nella zona del tuo inguine, si muove verso il cuore, e, finalmente, arriva alla testa.

Nell’ Arte Antica si crede che questo avviene perchè noi possediamo, spiritualmente, tre “pozzi” o “calderoni” in questi tre punti; un antico trattato celta riguardo questo discorso li nomina come “Calderone del Riscaldamento” (inguine/addome), “Calderone del Movimento” (cuore) e “Calderone della Saggezza” (testa). Questi tre punti del corpo hanno una speciale funzione in tutto il tuo essere, ognuna relazionabile ad una Funzione Divina e un compito magico specifico (vai a vedere la tabella delle corrispondenze), così come anche funzioni corporali.

Vuoi che il potere “scaldi” o “riempia” questi calderoni e, dipendendo dall’ operazione magica che vai a compiere, capirai tutto questo presto. Possedere un flusso più forte di questo potere nel tuo corpo e nel tuo spirito fa diventare le tue funzioni corporali (come parlare) e le tue funzioni spirituali (come pensare e contemplare) molto potenti. Un tizio qualunque potrebbe leggere le parole di un’ invocazione ma le sue parole non avrebbero potere e l’ invocazione non funzionerebbe bene. Una persona che possiede più potere nel suo corpo, ha parole che irradiano con molta più forza e potere ed è lì che la magia comincia.

Questo “potere del serpente” di cui abbiamo parlato è l’ idea di quella tecnica wiccan del “visualizzare l’ energia azzurro brillante penetrare nel nostro bastone/braccio/dito o quello che è, e caricare l’ oggetto che ti è davanti”.

Nell’ Arte Antica si dovrebbe usare la propria volontà, o anche un pugnale o il tuo dito per far fluire il potere del serpente in te, in modo che tu possa trasmetterlo ad altre cose, come oggetti, persone, filtri, e così via. Non c’è bisogno di visualizzarlo di nessun colore, anche se io, con l’ occhio della mia mente lo vedo sempre come un colore “brillante”, quasi bianco. Non c’è differenza. VOLONTA’ e SENSAZIONE sono tutto quello di cui hai bisogno per canalizzare e direzionare questo potere. Quando ti senti pieno d’ energia fino alla testa del Potere del Serpente, esso automaticamente fluisce attraverso i tuoi occhi e dona potere a qualunque cosa tu faccia. Puoi realmente dirigerlo dal tuo sguardo verso qualcosa, fino a che cominci a sentire che il trasferimento ha inizio. Qualunque parola tu dici avrà più potere, anche se agli altri suonerà come normale. Ricorda di tutto questo.

Ora smettiamola con questo discorso e lasciami menzionare una cosa. C’è MOLTO di più nell’ Arte che appena questo potere e l’ abilità nell’ usarlo. Se non ti è piaciuto quello che ho scritto finora, se pensi di non essere abile in questo o se semplicemente non ti è andato a genio, ok: continua a leggere il messaggio e vedrai a breve che non è cosa cruciale che tu sia un maestro nel canalizzare il Potere del Serpente. Puoi metterci tutto il tempo di cui hai bisogno: l’ Arte è paziente. Un giorno semplicemente sentirai il Potere del Serpente e percepirai quanto è onnipresente e allora scoprirai (probabilmente con l’ aiuto del tuo spirito famiglio) che è molto semplice usarlo. Questo non richiede nessun pensiero, è qualcosa che succede da sola. E’ semplicemente l’ immenso potere della natura ed è così semplice canalizzarlo e usarlo che in appena pochi secondi di apertura e volontà potrai sentire la forza ribollire attraverso di te, mentalmente, e a volte anche molto fisicamente, anche se nei primi momenti non lo sentirai molto fisicamente: ma poi sarai definitivamente capace di sentirlo in qualunque livello.

Va bene, andiamo avanti:

Tipi di Magia

Esistono tre tipi di Magia. Questo è un sistema di classificazione che funziona realmente solo nell’ Arte, quindi prima di metterti a pensarci su, leggi e cerca di capirlo.

1) MAGIA RELIGIOSA: è il tipo di magia più primitivo, ma se sei davvero bravo in questo puoi realmente fare avvenire miracoli. Ho avuto modo di vedere alcuni effetti molto potenti causati da questo tipo di magia. Questo tipo di magia coinvolge scongiuri MOLTO FORTI rivolti alla presenza di una Deità o di un’altra forza potente dell’ altro mondo, come un Guardiano di un’area, un Antenato, e fare una richiesta o offerta per fare si che qualcosa succeda. E’ questo. Semplice, ma se fatto in modo appropriato, non crederai a quello che uno spirito ben alimentato può fare. Niente da aggiungere.

2) MAGIA MECCANICA: il tipo più comune, che può essere anch’ essa molto potente. E’ la magia sulla quale hai tanto sentito dire nel folclore. E’ la magia che ha a che fare con la tecnica ESDA di cui discuteremo MOLTO dettagliatamente tra poco. Questa categoria include anche la magia “simpatica”, che è, per esempio, produrre una bambola che simboleggi l’ oggetto della tua magia e stabilire un “link” spirituale e fisico tra essa e il vero obiettivo e quindi causare nella bambola i cambiamenti che desideri avvengano nella realtà. Più in là ne parleremo in modo più approfondito. La magia meccanica è la “magia rituale” dell’ Arte. Invece di chiedere a qualcun altro di fare una cosa per te, prendi un ruolo attivo per far sì che l’ evento accada. Ma non dimenticare: anche gli Dei e altri spiriti possono aiutarti, e in effetti spesso aiutano nella magia meccanica.

3) MAGIA PURA: il tipo meno comune,ma senza dubbio, il più potente. Questa è la magia nella quale vieni a fonderti direttamente, in ogni livello, per poco tempo, con la tua anima e generalmente porta ad una grande saggezza e scoperta. Le persone che sperimentano questo generalmente lo fanno con lo scopo dell’ auto-scoperta, dell’ auto realizzazione e altri nobili fini. Può essere usato anche per scoprire cose riguardo il mondo e altri fini ancora. Questo tipo di magia è il tipo meno “esterno” di tutti e frequentemente succede all’ interno della mente e nell’ anima della persona.

Trance e Sonno del Crepuscolo

Questo discorso è IL PIU’ IMPORTANTE in tutta la Magia. Prima di avere a fare con il mondo invisibile e percepire il potere a qualunque livello, hai bisogno d’ essere capace di, volontariamente, alterare il tuo stato di coscienza dal denso al sottile, di entrare in trance. Esistono vari tipi di trance, dal molto leggero, al totalmente profondo, ai tipi di trance di esperienza fuori dal corpo.

Questo discorso mi ha fatto venire più capelli grigi di qualunque altro! Perchè? Perchè non esiste nessun modo per riuscire a fartelo capire realmente, quindi, indovina! Io non te lo spiegherò!

Dai, non rattristarti. Al posto di questo, ti parlerò del segreto che fa sì che la trance divenga possibile. Tu puoi praticarlo e fare quello che vuoi; io ho lottato anni fa e testato tutta una varietà di differenti piani, trucchi e schemi per apprendere come migliorare la mia abilità di attingere alla coscienza sottile sotto il mio controllo personale. Ma nulla è realmente funzionato fino a che non ho conosciuto la Porta della Percezione.

La Porta della Percezione

Parliamone in modo semplice. Cosa stai cercando di fare quando vuoi entrare in trance: vuoi mutare il tuo livello di coscienza da denso, fisico, a un livello sottile. Suona semplice ma non lo è.

Ma questo PUO’ essere fatto se prima riesci a capire una cosa: invece di sprecare volontà, tempo e sforzo nell’ entrare in uno stato sottile mentre ti trovi in quello denso, perchè non provare a farlo in uno stato più profondo possibile, che è il puro capire dell’ anima? Probabilmente stai cercando di immaginare se questo è davvero possibile, e pensi: “Robin… suppongo che questa sia una pratica estremamente difficile e praticamente impossibile da capire, figuriamoci a farlo…” e infatti hai ragione. MA, nel tentativo di raggiungere il più profondo e più sublime stato del capire, che per definizione è più profondo della mente sottile, anche se con un LIEVE successo avrai PIU’ chances di raggiungere lo stato sottile!

Riesci a capire? Invece di voler raggiungere solo uno stato di mente sottile, raggiungi il puro capire dello stato dell’ anima. Prova! Siediti ora sul pavimento e ascolta i tuoi pensieri, quel chiacchiericcio mentale, i suoni che senti venire da fuori e permettiti di cercare di scoprire “quale parte di me sta realmente percependo questi suoni e esperienze? Dove sta?” Lasciati scendere fino alla radice profonda del tuo proprio capire. Senza accorgertene arriverai ad incontrare uno stato sottile del capire! Questo funziona come un incantamento ed io arrivo a raggiungerlo in uno o due minuti. Basta provarci, è molto facile. Rilassati, calmati e comincia a guardare nella tua mente e cerca di lasciarti andare e scoprire la parte di te che è realmente percettiva di tutti i pensieri e suoni intorno a te. Nel momento in cui la tua coscienza si avvicina a questa parte di te, concentrandosi in lei, tu percepirai che ti trovi in uno stato di mente sottile. Questa tecnica è chiamata “Porta della Percezione”.

Ricorda, l’ obiettivo della Porta della Percezione NON è attingere all’ unione con il tuo puro capire, ma fare in modo che il tuo essere mentale ci provi e quindi forzarlo a entrare in uno stato mentale sottile. Poi, forse, cercherai di permettere alla tua mente di entrare in uno stato di puro capire. Questo è, di fatto, il modo in cui avviene la “Magia Pura”. Aldilà di questo, lo stato in cui hai bisogno di trovarti per permettere alla tua coscienza di “lasciare il corpo” può essere raggiunto usando la porta della percezione, anche se questo è uno stato più profondo.

La tecnica della porta di percezione e la percezione sottile che ne segue, viene usata per quelle comunicazioni personali con gli spiriti, con il tuo spirito famiglio e cose come deità, antenati, guardiani e altri. In questo livello, quando sentirai la presenza di uno spirito, potrai parlargli direttamente usando la tua voce, o anche internamente e in genere uno spirito risponde formando pensieri o “parole” nella tua testa, o visioni. Devi essere estremamente passivo e permettere che avvenga una comunicazione di questo tipo. Non stare a pensare di stare sbagliando: capirai tu stesso quando hai avuto una reale esperienza di comunicazione con uno spirito. In un certo qual modo, una delle cose più importanti che lo spirito famiglio farà per te è forzarti ad apprendere questo tipo di comunicazione, comunque quando lo incontrerai probabilmente avrai modo di parlare tanto con il tuo spirito familiare che apprenderai come tutto questo avviene senza che io mi dilunghi in spiegazioni.

Nell’ Arte Antica si è già fatto uso di funghi speciali per indurre stati di trance ed esiste anche una tecnica speciale e semplice per arrivare a questo stato: si tratta di camminare in cerchio, intorno a un punto centrale fissando l’ obiettivo e mentre si cammina, si rimane con la testa sempre rivolta al centro e lo sguardo rimane fisso sull’ obiettivo. Si cammina lentamente, all’ inizio, per poi aumentare la velocità. Questa tecnica si chiamava “Girare il Mulino” e il punto centrale da fissare serviva a mantenere l’ attenzione focalizzata al centro. Nessun altro pensiero, solo il movimento e la concentrazione totale al centro. Dopo un po’ di tempo sorge una trance naturale. Ma riguardo a questo argomento, ci pensiamo più in là!

Va bene, continuiamo:

Tipi di Potere

Esistono cinque tipi di potere. Questi cinque “poteri” rappresentano i cinque obiettivi basici a cui l’ umanità è arrivata tramite la stregoneria. Per ogni tipo di potere ve ne è uno opposto, che è lo stesso potere ma invertito e viene usato per fini Avversi o pregiudicativi.

I Cinque Poteri o Obiettivi sono:

FERTILITA’: tanto la Grande Madre quanto il Padre di Tutti hanno potere sulla fertilità e riproduzione. Qualunque deità della terza funzione possiede questo potere. La fertilità viene intesa in differenti livelli: fertilità della mente, come l’ immaginazione e l’ ispirazione, la fertilità del corpo, come far diventare gli uomini virili e le donne gravide. La fertilità puramente terrena, come la piantagione, viene associata tradizionalmente con il Dryten. Queste operazioni normalmente includono l’ elemento Fuoco, sempre associato alla fertilità, e sono TELLURICHE (terrene) per natura.

L’ opposto della Fertilità è STERILITA’. Considerando che la Fertilità è forza salutare, DEBOLEZZA E PRIVAZIONE sono gli opposti della Fertilità. Gli stessi Dei che possono concedere vita e fertilità, possono causare queste cose, nei loro volti più oscuri. Carenos non dovrebbe essere chiamato per far divenire una donna sterile, ma Tettens sì.

CURA è un altro potere e sembra che sia un potere principalmente femminile. La stessa Grande Madre è la patrona delle arti della cura e la sua abbondante dispensa di erbe medicinali che esistono in natura ce lo fa capire molto bene. Cura è un potere auto-esplicativo. Operazioni di cura tendono a permanere in tutto il sistema dell’ Arte, dato che sono TELLURICHE e, usando la natura mutabile dell’ acqua (governata dalla luna, e quindi, LUNARI) per effettuare transumazioni dalla malattia alla salute e anche invocando il potere caldo del sole (SOLARE) e usando il fuoco per eliminare la malattia.

L’ opposto di cura è, ovviamente, la MALATTIA e la Madre Nera è la forza che sta dietro alla fredda piaga così come al calore della cura.

PROTEZIONE è il terzo potere, o categoria di potere, e nonostante anche questa sia una categoria d’ orientamento femminile, il Dryten, l’ Antico Tuonante, è anch’ Egli un protettore molto conosciuto. Protezione si riferisce al difendere una persona, luogo o oggetto dai danni; queste operazioni sono TELLURICHE, ma il fuoco è da sempre associato al mantenere lontane le minacce.

L’ Opposto della Protezione è l’ ATTACCO e questa categoria abbraccia molti aspetti ed è campo di molti Dei e Dee Neri e include tutto, dall’ inviare incubi alle persone, al causare incidenti d’ auto, attacchi cardiaci, e così via. Gli esseri umani hanno un’ immaginazione piuttosto funebre, quindi tu puoi seguire quell’ antica tradizione o usare la tua.

Il CLIMA è la quarta categoria ed è divisa tra la Grande Madre che è vista come Signora che controlla il tempo e il Dryten. Per qualche motivo l’ Antico Dio Cornuto è anch’ Egli chiamato, da tempo immemore, ad influenzare il clima. Questo Potere riguarda l’ influenzare i principali del clima, facendo piovere e cose del tipo. Queste operazioni hanno pesantemente a che vedere con il regno del Cielo e sono di natura STELLARE.

Il suo opposto, sebbene qualcuno possa chiamarlo complemento, è la TEMPESTA. Quegli stessi poteri, con un potere più distruttivo, possono causare siccità, inondazioni, tuonare, lanciare lampi e causare uragani se operati in maniera corretta da parte dei maghi. Una cosa importante da aggiungere è che tutta la parte climatica dell’ Arte viene generalmente effettuata solamente da covens, e non da solitari. Per causare mutamenti climatici si è sempre creduto che un gruppo di persone fosse più efficace.

L’ ultima categoria dello sforzo magico è la CONOSCENZA. La Divinazione potrebbe fare parte di questo campo, così come anche qualche altra operazione fatta per “scoprire le cose”, sia riguardanti sé stessi, l’ anima, il destino, e il destino di altri, l’ Arte o altri discorsi. Questo è il potere più esoterico di tutte le categorie. Il Nero Dio Cornuto è sempre stato padrone in questo, così come anche la regina del mondo infero. Questo, ovviamente, connette queste operazioni con associazioni STELLARI e con la Notte.

L’ Opposto della conoscenza è OBLIVION ed è invocato per forzare altre persone a dimenticare, divenire ignoranti, legarle o influenzare negativamente le loro menti.

E ORA…. il VERO cuore di questo argomento. Tutto ciò che hai letto ora è quello che ho costruito per poi arrivare a questo, al CUORE di tutta la magia, la formula che rende possibile la “magia” a tutti: ESDA.

La formula ESDA, atti di potere, atti magici e invocazione

Se non ti sei concentrato più di tanto sulle precedenti sezioni, per favore, presta attenzione a questo. Prima di cominciare, due cose: 1) posterò un messaggio descrivendo i principali strumenti dell’ Arte e quello che essi rappresentano poiché coloro che non ne sanno nulla hanno senz’ altro bisogno di questo messaggio, 2) includerò, in un messaggio separato, tre esempi dettagliati di lavori magici semplici, ma completi, perchè tu possa vedere come tutto questo è riunito.

Che cosa fa, di un atto, un atto magico? Prima ho scritto che una persona normale quando legge una invocazione non ha molte chances de ottenere un effetto reale, ma se la persona ha canalizzato il potere del serpente e pronunciato le parole, queste saranno più potenti. Ciò significa che la persona ha bisogno anzi tutto di incanalare l’ energia nella sua azione con il potere del serpente per fare un atto magico?

La risposta è NO. Le parole della persona sarebbero realmente più potenti, ma questa non sta ancora realizzando tecnicamente un atto magico. C’è una cosa che deve essere presa in considerazione. La forma “ESDA”.

“ESDA” è un acronimo dei quattro elementi che devono essere presenti in un atto magico. I quattro elementi dell’ ESDA richiedono anche una cosa perchè funzioni: l’ unità. Se tu hai solo un elemento, non avverrà magia. Se li avrai tutti quattro ma non l’ unità, non avverrà magia. E, anche se tu possiede tutti e quattro gli elementi più l’ unità, ma non è presente un potere divino per completare l’ operazione, non avverrà magia.

“ESDA” significa: “Emozione, Simbolismo, Direzione e Aspirazione”. Robert Cochrane diceva che devi avere tutte queste cose, unite dalla volontà, sotto la presenza del potere divino, perchè l’ atto sia magico. Adesso “romperò” la formula ESDA e parlerò di ogni singolo elemento perchè tu non abbia dubbi.

EMOZIONE

Devi trovarti in uno stato emozionale appropriato al lavoro in questione. Ovviamente, se vuoi legare o maledire qualcuno, devi provare un vero disprezzo o odio per la persona, e quanto più odio proverai, tanto peggio per la persona. L’ emozione è necessaria perchè porta i poteri dello spirito ad agire sulla questione.

Qualunque sia l’ atto che hai intenzione di compiere, è necessaria una forza emozionale. Può essere anche la preoccupazione per il benessere di una persona che cerchi di curare (ma deve essere una preoccupazione reale… è davvero difficile curare le persone che non conosci, a meno che tu sia una persona compassionevole.. d’altro canto, a meno che tu ti diverti con la sofferenza altrui, è difficile pregiudicare persone che non conosci).

Anche le invocazione sono atti magici; ti starai chiedendo: “come faccio a sentire emozione per qualcosa come invocare un circolo o uno spirito? Principalmente quando tutto questo diviene una routine?”; ecco, caro amico, questo è qualcosa su cui dobbiamo proprio discutere.

Esiste una emozione GENERALE che tu puoi sentire in qualunque momento e che realmente và a lavorare per dare potere a qualunque atto magico che tu desideri effettuare, ed è specialmente utile quando non esiste nessuna emozione presente in te, ma di cui hai bisogno!

Quest’ emozione è l’ amore profondo per le Antiche Vie. Io non so tu, ma io amo la Stregoneria. Io amo le Antiche Vie, io amo tutto ciò che le riguarda. Per quanto mi riguarda, lo spirito dell’ Arte può essere sentito in qualunque momento, a qualunque ora, se lasci semplicemente che esso abiti il tuo cuore e la tua mente. Se tu stesso ti permetti di vedere e sentire la presenza degli Dei e degli Antichi spiriti intorno a te, se pensi sulla luce e sulle ombre inerenti le cose di tutti i giorni, se pensi ai “giorni antichi” quando si danzava intorno al fuoco, se pensi nella magia a cui le persone un giorno hanno creduto, allora percepirai che tu stesso stai vivendo tutto questo in questo esatto momento, e questo renderà il tuo cuore pieno di amore e devozione per lo Spirito Anziano della Madre Nera e dell’ Arte Antica.

Puoi usare questa emozione per dare potere a praticamente qualunque atto o rito magico. Per esempio: il Compass Round è un atto comune nell’ Arte Antica eppure, per me, è un atto d’ amore, perchè io amo le antiche vie e non mi è mai mancato il potere emozionale riguardo a questo. Un persona che unisce l’ amore per l’ Arte e per gli Dei con altre forti emozioni, come la preoccupazione per il benessere di qualcuno, o l’ odio per qualcuno, ha il potere di effettuare una magia molto potente.

Negli antichi giorni le streghe che invocavano il bel clima lo facevano per amore delle proprie famiglie che avevano bisogno che le piantagioni crescessero perchè essi potessero mangiare e vivere! Penso che tu abbia capito. Scoprirai che la magia per fini personali è più facile di quella per altri fini, del resto in quel caso non ti mancherà mai l’ emozione per qualcosa di cui hai bisogno o che desideri.

SIMBOLISMO

Questo è il prossimo elemento di cui hai bisogno. Per portare lo Spirito ancora più prossimo dell’ operazione che stai effettuando hai bisogno di utilizzare i simboli appropriati. Cosa significa? Questa è una delle parti più semplici. Il simbolismo include tutti i simboli ed immagini esterni, fisici o visualizzati, che illustrino graficamente alla tua mente e al tuo spirito cosa tu stai facendo. E’ tutto. In alcuni casi il simbolo può essere la foto di una persona per la quale stai effettuando un incanto, oppure una bambolina che somigli alla persona, nella quale infili un ago nel cuore per causargli un attacco cardiaco. Credo tu abbia capito. Quando effettui il Compass Round, il simbolo è, letteralmente, il circolo che stai tracciando a terra. I simboli che vengono usati per invocare gli Dei del Regno sono i simboli che ti ho mostrato nel messaggio “simboli”. Quei simboli vengono chiamati da dentro il tuo occhio mentale quando invochi gli Dei del Regno. Capito?

Gli “strumenti” primari dell’ Arte, come il pugnale, la corda, il teschio, il calderone, la scopa, e così via, vengono usati come simboli negli atti magici. Se desideri invocare il Nero Dio Cornuto, Tettens, puoi farlo osservando la punta del bastone magico in direzione Nord del circolo. Per un’ operazione di divinazione o di contatto oracolare con un antenato potresti utilizzare il teschio come simbolo, poiché questi atti vengono rappresentati da un teschio (una testa), e lo vedrai andando a consultare la tua tabella di corrispondenze. Un lavoro di fertilità potrebbe includere la coppa e un’ operazione di piantagione potrebbe includere un vero aratro, o una miniatura dello stesso, conficcato al suolo.

Nell’ Arte Antica si fa uso di oggetti che vengono conficcati nella terra per renderla fertile, ma di questo parlerò in un altro messaggio. Hai bisogno di capire che gli strumenti dell’ Arte non sono solo oggetti, ma rappresentano poteri che stanno tanto in profondità quanto il livello dell’ Anima. La coppa, per esempio, rappresenta il calderone, l’ Utero della Grande Dea Nera che ha dato alla luce tutte le cose. Come risultato, l’ utilizzo di un oggetto che ha forma e natura simile a un utero (uno spazio rotondo che contiene liquido) rende partecipe il potere dell’ utero e quando usato come simbolo in un rito, canalizza quel potere dal livello dell’ anima a livello fisico.

E’ per questo che studiare la tua tabella di corrispondenze è importante, e per questo è importante studiare i simboli dell’ Arte Antica. Quanto più conosci sui simboli, tanto più potente sarà la tua magia.
E se per caso ti capita di desiderare fortemente di vendicarti di qualcuno che ha tradito la tua fiducia e devi effettuare l’ operazione quella stessa notte, ma non hai con te gli strumenti? Una semplice penna di civetta, che è un uccello che simboleggia il Nord della Bussola, e tutte le cose associate a questa direzione, come il Cielo Notturno, l’ Aria, l’ Antica Dea Nera e il Dio Nero, potrai usare quella penna come simbolo della maledizione che vuoi lanciare, nel nome degli Dei Neri.

Bene, penso proprio che tu abbia capito. Anche le posizioni del corpo possono essere simboli e praticamente qualunque cosa che può essere vista e che sia relazionabile al tuo lavoro e al tuo obiettivo.

DIREZIONE

Direzione è il punto in cui l’ elemento volontà viene direttamente coinvolto con il lavoro. La Direzione è come la volontà unifica il lavoro. “Direzione”, in un lavoro magico, è definito come il quanto esatto è quello che tu vuoi che succeda. Nei lavori magici, la Direzione viene comunicata in forma di incantamento o canzone. Questo è il componente verbale dell’ atto magico. E’ una invocazione, l’ invocazione parlata che è l’ aspetto della “direzione” del lavoro. Le parole che dici DEVONO riassumere la tua volontà, che il tuo desiderio nell’ atto magico. E’ tutto. Non dovrebbe essere molto lunga, dovrebbe essere ritmica e, quando possibile, si dovrebbe fare uso di formule verbali dell’ Arte Antica. Ne parlerò ancora più avanti.

ASPIRAZIONE

Aspirazione è l’ ultimo elemento della formula ESDA e per molti è complicato da capire, ma credo di avere il trucco per fartelo capire senza troppe difficoltà. L’ Aspirazione è l’ obiettivo finale, i pensieri e desideri che servono come base per la tua performance in tutto il lavoro. Tu che cosa aspiri con l’ atto che stai effettuando? E’ come la direzione, ma ad un livello molto profondo.

Quanto scritto è sufficientemente semplice da capire ma come integrare l’ Aspirazione nel tuo lavoro? Ti dirò: tu devi capire che come strega tutto il tuo ESSERE strega è, in primo luogo, il conseguire la sapienza e il potere, che sono entrambi concetti che si somigliano, DOVRESTI essere alla ricerca dell’ Unione del tuo spirito con la tua anima, perchè tu possa attingere alla Maestria che viene con la metamorfosi spirituale, che farà di te un Maestro o Maestra Strega, un membro della Compagnia Occulta. E’ questo l’ obiettivo. Semi Divinità, essenzialmente, del resto è questo che è la Compagnia Occulta: anime che arrivano ad essere simili agli Dei in capacità mentali e che quindi sono divenute sagge e potenti.

NON IMPORTA quale atto magico stai facendo, tu dovresti unire la tua ASPIRAZIONE alla tua EMOZIONE e, mentre stai realizzando l’ atto, vederti come il Maestro/Maestra Strega che sarai, vederti come quel tipo di essere IN QUELLO STESSO ISTANTE; il tempo, come andremo a vedere, non è rilevante, e nemmeno particolarmente lineare e, di fatto, l’ Anima Maestra che tu “diverrai” è qualcosa che tu già sei. Vedilo … e sentilo.

Alla tua Emozione, al tuo Amore per l’ Arte, al tuo Amore per le Antiche Vie, aggiungi l’ elemento Aspirazione: vediti come una persona che partecipa alle Arti della Conoscenza, come chi ha già visto e preso il comando del proprio Destino, come chi percorre la via della mano sinistra della Maestria. Ecco cosa significa Aspirazione. Così tu devi, prima di QUALUNQUE atto magico, tentare di VEDERE TE STESSO in questa luce, altrimenti il tuo atto non avrà potere. Tu devi vederti e ACCETTARTI come essere potente (e gli esseri umani lo sono.. noi possediamo il potere della conoscenza che ci fu dato dal Padre di Tutti) prima di poter lavorare per te stesso. Abbi fede nelle tue abilità o non accadrà nulla.

Bene, qui finisce l’ analisi della forma ESDA. Rimangono solamente due cose e poi entriamo nella discussione sull’ Invocazione.

Le due cose su cui non abbiamo discusso sono il concetto di “unità” degli elementi ESDA e la necessità della presenza della Forza Divina nell’ atto magico.

L’ unità, felicemente, avviene naturalmente quando tu includi in modo appropriato l’ elemento direzione, che è quando i tuoi incanti verbali, parlati, riassumono l’ obiettivo e la forza dell’ azione e unisce entrambi. Riassumendo, una volta che ES e A sono presenti, e una volta che anche D lo sia, l’ ESDA verrà unito da D. Capito? Dopo parleremo anche dell’ elemento Forza Divina e ti farò un piccolo esempio mostrandoti tutti questi elementi che entrano nell’ unità.

Ora, riguardo a quella Forza Divina che deve essere presente perchè l’ ESDA unificato realmente funzioni: sì, hai bisogno che ci sia qualche potere dell’ altro mondo presente che dia l’ aggiunta del potere finale che serve alla tua azione magica. Fortunatamente per me e per te, e per tutte le streghe che capiscono di queste cose, TUTTI QUANTI possiedono per lo meno Tre Poteri che sono sempre presenti in loro. Ti ricordi? L’ Animale Incantato, l’ Amante Incantato e il Potere del Serpente (sì, il Potere del Serpente conta come potere divino..).

E’ per questo che devi lavorare per identificare il tuo Animale Incantato e per cominciare a lavorare con lui. L’ Animale Incantato e il tuo Amante Incantato sono quasi come due persone con le quali entrare in contatto in qualunque momento UTILIZZANDO LA TECNICA DELLA PORTA DELLA PERCEZIONE.

QUESTO E’ IMPORTANTE: Tutti gli atti magici cominciano con un processo chiamato “fare i tuoi contatti”. Questo è il momento in cui usare la tecnica della porta della percezione: mangiati un fungo, gira il mulino, fai quel che puoi per entrare in trance e, unendo la tua volontà, la voce della tua mente, fare un’ invocazione personale ai tuoi contatti, o poteri, personali. Se non hai incontrato il tuo Animale Incantato, puoi per lo meno canalizzare il Potere del Serpente e, una volta presente e forte a sufficienza nel tuo corpo – e intorno a te – raggiungere una porzione dell’ ESDA dell’ atto magico, che è la porzione principale.

ANCORA UNA COSA. Come dovrebbe essere ovvio, la Grande Madre, così come il Padre di Tutti, ha una intima relazione personale con te. Aldilà dell’ Animale Incantato, i Grandi Dei sono i poteri divini più utilizzati e invocati per le azioni magiche. Ha un senso! La tua Anima è già il riflesso della Grande Dea Nera! E chi mai potrebbe essere più potente in Stregoneria? Prima del tuo atto magico usa la porta della percezione, entra in trance e usa la tua mente e la tua volontà per chiamarla! Lei è già una parte immensa di te! Lei è il capire della Natura intorno a te.. chiamala con il Suo nome, usa quelle vocali.. usa il nome con il quale ti viene meglio chiamarla, ma lascia che io ti ricordi una cosa, non essere irrispettoso: obbedisci al contesto culturale e non diluire l’ Arte con nomi o nozioni new-age; nell’ Arte Tradizionale si usano i nomi che ti ho mostrato, per lo meno all’ inizio.

Dì il suo nome a voce alta, fai una chiamata interna, percepisci che la sua grande Anima può sentirti. Chiedile che “Presenzi alla tua Arte”. Quando sentirai la sua presenza in te e intorno a te, avrai avuto successo e puoi quindi proseguire con la tua azione ESDA.

Io, così come la maggior parte delle streghe, uso il mio Animale Incantato per questo obiettivo; lo chiamo e gli chiedo che faccia divenire le mie parole e azioni forti, potenti… gli chiedo di guardare quello che faccio e quello che dico, oppure dico che sto effettuando l’ azione “nel suo potere”. Alcune volte, quando desidero una forza spirituale più potente, chiamo il mio Famiglio e gli chiedo che mi faccia sentire la presenza della Grande Dea, della Signora, e il mio famiglio lo fa perchè io possa chiamare più facilmente il suo spirito perchè sia presente nel mio lavoro. Questo può essere fatto con praticamente qualunque potere.

Alla fine di una azione magica fai quella che è tipicamente chiamata “formula del sigillo”, che è un modo tradizionale di “sigillare” l’ azione e quindi terminarla formalmente, in modo che l’ operazione magica cominci. “Per Tre volte il Tre” è una formula originaria di East Anglia che ormai viene abusata dagli wiccans; il grido “KA!”, anch’ esso di East Anglia, è una formula di questo tipo che significa, più o meno, “E sia così!”.

Ricorda di non usare MAI una formula di sigillo dopo aver invocato una deità o uno spirito.

Dunque, in un modo o nell’ altro, grazie al fatto che la tua Anima è già profondamente connessa a tutto, puoi chiamare attraverso essa praticamente qualunque forza divina di cui hai bisogno per testimoniare alla tua Arte. Ricorda sempre di chiamare uno spirito o un essere SIMPATICO. Se stai facendo un lavoro per congiurare una tempesta o distruggere un campo, non chiamare il Guardiano di quel campo per aiutarti: alla meno peggio, l’ azione non avrà successo, nella peggiore delle ipotesi, MORIRAI MENTRE CI PROVI. I Guardiani possono essere molto pericolosi e potenti, quindi, se stai cercando di pregiudicare un luogo in cui vi è un guardiano, egli automaticamente sarà contro te e la tua magia fin dall’ inizio.

Ecco il processo completo, passo a passo:

1) Fai i tuoi contatti

2) ESDA

3) Formula di Sigillo

Adesso ti mostro un esempio e poi continuo.

Diciamo, per esempio, che io mi trovo nel mio giardino una notte e uno spirito molto antipatico decida che la mia intromissione e la mia stregoneria lo offendono e che perciò io devo soffrire. Egli quindi si manifesta come un grande cane nero con gli occhi verdi e decide di attaccarmi. Io mi trovo nel mio giardino, lo vedo arrivare e (supponiamo) io so che è uno spirito (questo è un esempio hollywoodiano! Ma illustra bene l’ idea!); sono con il mio affidabile pugnale e quindi non ho di che temere. Ora, un tizio qualunque tenterebbe di combattere con questo essere schifoso, ma io, in tutto il mio “panico stregonesco”, decido di mantenerlo lontano da me e aspetto che il sole nasca per allontanarlo. Gli Spiriti pericolosi hanno tutti paura del fuoco, secondo il folclore europeo, e il sole è un ENORME falò e quindi non ne vedrai molti approssimarsi durante il giorno. Ma, comunque sia:

Parte 1: Faccio i miei contatti

Cerco di pulire la mia mente dall’ immagine del grande e brutto cane che corre verso di me e uso la tecnica della porta della percezione per entrare in trance (rimarresti sorpreso di cosa il pericolo e l’ urgenza possono fare con la tua abilità di entrare in trance). Faccio come di consueto la mia chiamata, in modo molto profondo, del mio spirito famiglio, con il quale mi mantengo in buoni rapporti e sento la sua potente presenza che sorge nel mio petto e intorno al mio collo (che è il luogo in cui gli animali incantati tipicamente si manifestano).

Parte 2: ESDA e Parte 3: Formula di Sigillo

Io possiedo tutta l’ EMOZIONE di cui ho bisogno: la determinazione di salvare il mio luogo e il disprezzo per lo spirito che pensa che può tanto semplicemente attaccare ME! Io possiedo l’ ASPIRAZIONE di essere una strega, una strega potente, un alleato degli Antichi Dei e possiedo il mio famiglio.

Possiedo il SIMBOLISMO di cui ho bisogno… un circolo in cui lo spirito malefico non può entrare.

Possiedo la DIREZIONE: è mia volontà fare il circolo, alzare una barriera per la quale nessuno spirito malefico può passare. Semplice. Quindi dico, nello stesso momento in cui con il mio pugnale traccio il circolo in terra e intorno a me, con totale emozione e tenendo a mente chi io sono (aspirazione):

“Traccio questo circolo per il potere del mio Puckerel.. nessun potere malefico può attraversarne i limiti.. La barriera è alzata, attraverso questo pugnale, la mia spada… per tre volte tre, KA!”

quindi mi siedo nel mio circolo e rido dello Spirito che tenta e manca di attraversare la mia frontiera magicamente caricata e sigillata.

Logico che se il mio famiglio fosse debole, come potrebbe divenirlo se non interagendo con lui e non facendogli offerte, lo spirito malefico potrebbe anche riuscire ad attraversare la barriera. Ma ti do un suggerimento: il mio famiglio è molto potente e io quindi non devi preoccuparmi.. ma nel dubbio, invoca la Grande Dea Nera: Lei è tutto il potere e tutto il coraggio e un circolo sigillato da Lei è salvo dall’ equivalente di un olocausto spirituale.. sempre che tu l’ abbia tracciato in modo appropriato, è chiaro.

In questo modo vedi come gli elementi (ESDA) attuano insieme, si uniscono e, per il potere del mio famiglio, effettuo un atto magico. Nota che io ho usato il sigillo; questo è molto importante. Non avrei fatto così se avessi invocato il Vecchio Tubal: è ridicolo sigillare un circolo se hai invocato un essere.

Invocazioni

Finalmente! L’ ultimo argomento. Dopo di questo, dopo che questo enorme messaggio sarà concluso, possiamo entrare nel lavoro dell’ Arte.

Una Invocazione è un atto magico. Deve essere così perchè abbia successo. Una Invocazione richiede come minimo il Potere del Serpente perchè “il potere divino” sia presente e per fare sì che l’ azione ESDA funzioni. La maggior parte delle persone usano i propri famigli.

Quando invochi stai facendo una chiamata perchè la specie dell’ entità non fisica ti ascolti e (speriamo) risponda. Il tuo Incantato ti risponderà sempre una volta che tu divieni capace di entrare nello stato sottile appropriato per percepirlo, del resto lui è una parte di te. Questo supponendo che nessuno abbia legato il tuo Incantato, cosa che alcune persone malevole possono fare, come un attacco magico contro di te, cosa che effettivamente indebolisce una grande parte del tuo potere. Questa è la ragione principale per mantenere le pratiche dell’ Arte come un segreto e rivelarle solo a coloro della quale ti fidi.

La Grande Madre e il Padre di Tutti, in tutte le loro facce, tendono a rispondere sempre perchè sono loro stessi una parte di te, però tu devi essere preparato per questo contatto e devi praticarlo perchè funzioni. Invocazioni cattive POSSONO non avere successo se non entri nello stato mentale appropriato o se commetti un errore nel processo ESDA (come non avere fede nelle tue proprie abilità, non sentire l’ emozione ecc..).

Dovrei anche dire che la tua propria immagine interna di come tu immagini gli “dei” E’ un sottile simbolo personale che puoi usare quando effettui ESDA per invocarli. Non hai bisogno di usare questa immagine, se preferisci usare un altro simbolo, fai pure.. ma dovrebbe essere un simbolo dell’ Arte Antica, come quelli che hai visto nel messaggio “simboli”, e se ti rivolgerai agli dei nel modo un cui l’ Antico Popolo fece, allora hai più chances che questo funzioni; tu li vedi come parti della natura e puoi congiurare la Grande Regina immaginando delle Montagne, o le vecchie Colline. Tutto sta nella tua percezione delle cose.

Il Potere del Serpente è sempre là e quindi non viene mai invocato, eccetto per tentare di sentirlo e canalizzarlo; ma questo l’ ho già spiegato.

Ora ti racconto il segreto dell’ Invocazione, che è qualcosa che molte persone non sanno. La gente ha tante strane idee su quanto profondamente in trance hai bisogno di trovarti o quanto lo stato di trance deve durare o cosa devi sentire, ecc, quando tenti di fare un’ invocazione o un atto magico sotto la presenza del potere dell’ invocazione. La risposta è: NON HAI BISOGNO DI TUTTO QUESTO.

TU NON hai bisogno di trovarti un uno stato mentale sottile profondo per fare queste cose. Hai solo bisogno di trovarti per un breve periodo di tempo in contatto con uno stato sottile prima di iniziare, sia per contattare il tuo famiglio, deità, sia, se decidi, per aiutarti a sentire il Potere del Serpente e canalizzarlo nel tuo corpo, elevandolo alla testa.

DOPO tutto questo, una volta che hai “fatto i tuoi contatti” puoi lasciare che lo stato di trance termini naturalmente. Perchè? Perchè una volta che hai già fatto diventare presente il contatto, qualunque cosa tu dica o faccia sarà “ascoltato” dai contatti. Se non ti trovi in trance allora è chiaro che tu non sarai in grado di sentirli, e quindi avrai bisogno di credere che essi sono presenti e che faranno quello che hai chiesto. Davvero, l’ unica ragione di rimanere a lungo in trance dopo che hai fatto i tuoi contatti è quella che TU possa sentirli e sperimentare l’ effetto spirituale delle tue invocazioni e di altre azioni di potere. Molte persone vogliono trovarsi in trance per assicurarsi che essi invochino con successo questi esseri e poteri. Ma, pensiamoci bene, hai realmente bisogno di trovarti in trance per averne la certezza?

Per l’ ultima volta tornerò ai miei messaggi anteriori per ricordarti di qualcosa che ho ripetuto varie volte: il LIVELLO FISICO e il LIVELLO DELL’ ANIMA sono UNITI così come lo sono uno specchio e il suo riflesso. ESSI SONO MOLTO VICINI L’ UNO ALL’ ALTRO. Tutte le cose fisiche, INCLUSE LE PAROLE, possiedono una porzione d’ anima. Le tue parole POSSONO essere ascoltate da tutta la creazione. Così che la tua mente e il tuo spirito “desiderino” la sua presenza appropriatamente, per mezzo dell’ uso di un simbolo di quell’ essere, o una immagine, L’ ESSERE che hai invocato le sentirà, sia che tu stia in trance o no.

Eppure alcune persone sentono la necessità di avere la certezza e quindi rimangono in trance il più tempo possibile durante la loro Arte. Comunque ricordati che non è necessario: è una scelta personale, e a volte, di convenienza.

Ciò di cui hai realmente bisogno è uno stato mentale sottile lungo a sufficienza per fare i tuoi contatti, qualunque essi siano e quindi, con la presenza di quel potere, una invocazione diviene come qualunque altra azione ESDA. Io convoco la mia Emozione, che nelle invocazioni di solito è l’ amore per le antiche vie e la loro Arte e pratica. Ricorda cosa o chi sei e cosa divieni (aspirazione) e abbi fede che realmente possiedi il potere e che sei potente, che sei un vero figlio delle Antiche Vie. Porta alla tua mente l’ immagine di un essere che vuoi invocare, o un suo simbolo, o puoi impugnare il pugnale in diversi modi in modo da simboleggiare certe deità. Effettua l’ Invocazione PARLATA, dichiarando l’ identità dell’ essere e il tuo desiderio che egli “Compaia e Testimoni la tua Arte” (questa è un’ antica formula di invocazione dell’ arte).

Fatto quello che ho scritto sopra la tua invocazione avrà successo, le tue parole raggiungeranno l’ Anima del Mondo e tu verrai ascoltato. Se ti trovi in trance o in uno stato sottile, ancora meglio; probabilmente sentirai l’ arrivo e la presenza dell’ essere. Se non ti trovi in questi stati esso COMUNQUE sarà presente. Puoi sentirlo in qualunque stato ti trovi, puoi vedere e sentire cose strane. Confida in te stesso, confida che le parole hanno potere, che tu hai potere e che vieni ascoltato. E allora vai là e fai quello che devi fare: se tu puoi, chiunque può.

Robin Artisson

Traduzione dall’ inglese al portoghese e adattamento a cura di Gabriel Mallet Meissner
Traduzione dal portoghese all’ italiano e adattamento a cura di Nera

© Robin Artisson – Tutti i diritti riservati
Proibita la riproduzione parziale o totale dell’opera previa autorizzazione scritta dell’autore

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...