L’Arte di Elfhame #3: La Metafisica dell’Arte Antica (Parte 2/3)

[“L’Arte di Elfhame” è una serie di articoli che esula dal Ricostruzionismo che solitamente caratterizza questo blog per concentrarsi sulla pratica e sul pensiero dell’autore Revivalista Robin Artisson. Non sono io il traduttore di questi articoli, ma Nera di Peste di Granfie. Per poterli riprodurre sul mio sito ho dovuto chiedere il permesso a lei, quindi se volete ripostare questi articoli su altre piattaforme blog o siti dovrete chiedere il permesso non a me ma direttamente a Nera.]

La Metafisica dell’Arte Antica

di Robin Artisson

 

image

Parte V: Teologia Profonda


Grandi Dei e Dei Funzionali

E ora un altro aspetto CENTRALE: gli Dei.

L’ Arte affonda le sue radici nei lontani giorni degli antichi Indo-europei. Questi popoli, includendo i popoli germanici, celti e italiani, tra i vari, erano con certezza politeisti e chiunque che anche solo superficialmente abbia familiarità con la mitologia occidentale potrebbe raccontarti qualcosa sui loro dei.

Ora è importante ricordare che lo stile dell’ Arte nel quale ci stiamo addentrando è germanico ma radicato nelle Isole Britanniche, e possiede IMMENSI legamenti con i popoli celti pregermanici e anche con i Bretoni nativi. Noi non stiamo affermando di avere una discendenza “diretta” da questi popoli antichi fino ai giorni d’oggi, in termini di religione, però le nostre idee riguardanti il mondo invisibile, includendo le idee basiche (esempio: l’idea che l’ essere originale è femminile) e idee più “avanzate” (come l’ essere trino, la rinascita, il politeismo), sappiamo che sono le stesse credenze in cui anche quei popoli credevano.

E’ anche molto importante ricordare che l’ Arte è sopravvissuta a centinaia di anni di Cristianesimo ed è grandemente influenzata da esso. So che questo può scioccare qualcuno ma l’ Arte è PARTE della storia, non qualcosa che è sorto millenni fa ed è riapparso all’ improvviso in questi giorni totalmente intatta e senza influenze di altre culture. L’ Arte vive con il popolo ed essa sperimenta quello che il popolo vive. L’Arte è sempre là, assorbendo religioni nuove, straniere e alcuni concetti del Cristianesimo, del Giudaismo, della Cabala, dell’ Islamismo, del Sufismo etc. In fin dei conti Est ed Ovest non sono poi così separati.

Non sto cercando di prepararti per riempirti di una vasta quantità di materiale cristiano e giudaico, lungi da me. Quel che sto cercando di chiarire è che NESSUNA TRADIZIONE legittima affermerebbe di avere un lignaggio “ininterrotto” da prima “dei tempi cristiani”. Semplicemente non è la verità; Cochrane e molti altri ereditari legittimi della Stregoneria Tradizionale erano tutti in grado di dimostrare che molti concetti dell’ Arte sono simili, per lo meno in superficie, ad alcuni concetti cristiani. La Grande Dea dell’ Arte e il Padre di Tutti sono entrambi simili alla nozione cristiana di “dio”; c’è un senso basico di moralismo e di responsabilità. Ma Cochrane cercò di essere il più “piedi per terra” possibile e di non includere eccessivamente materiale e immagini cristiane nell’ Arte, e nemmeno noi dovremmo farlo, dato che non siamo cristiani.

Noi seguiamo e amiamo le Antiche Vie ed è arrivato il tempo di tornare a loro, alla loro terminologia e cercare di rifigurare, nelle nostre teste, i loro concetti il più puramente possibile… questo se desideriamo accedere a questo potere.

Nello studiare gli Dei dei popoli Indo-europei, gli antropologi proposero un sistema di “funzione” triplice. Triplice? Immagina!

Questo sistema è molto utile e semplice ed io lo citerò frequentemente, perciò lascia che prima te lo spieghi.

Gli antropologi videro che tutti gli Dei e Dee Indo-europei rientravano in una delle tre categorie o tipi di cui ti parlerò. Alcune deità con l’andare del tempo entravano a fare parte di più categorie ma basicamente era possibile notare come gli Dei si manifestassero in un triplice sistema. Queste tre categorie venivano chiamate “funzioni”: esisteva la Prima Funzione, la Seconda Funzione e la Terza Funzione.

Ora ti spiegherò cosa sono queste funzioni dettagliatamente, però prima fammi dire una cosa: le funzioni sono loro stesse relazionabili ai tre regni elementali e come essi si sovrappongono. Ricordati di questo.

Se in un sistema un dio rientra appena nella categoria della terza funzione, tu puoi riferirti ad esso come un dio funzionale. Sono pochi gli dei e le dee che “adempiono” a TUTTE E TRE LE FUNZIONI: a questi potenti esseri ci si riferisce come “grandi” dei e dee ed essi formano le centrali figure religiose, come presto vedrai.

La prima grande funzione è in relazione con il Potere Assoluto, il Regno e la Magia. Re, Regine e adepti dell’ arte magica si trovano in questa categoria, e anche i sacerdoti. E’ la categoria dei Governanti/Magisti/Sacerdoti e questa funzione, così come gli esseri che vengono in essa identificati, è associata al CIELO, alla Conoscenza e all’ Ispirazione, Sapienza, Luce e ANIMA.

La seconda funzione è quella relazionabile ai Guerrieri, ai Fabbri e a coloro che Curano. Abilità e Arti in generale, ma abilità intese come la lotta, la fabbricazione di armi, e la cura. E’ la categoria del Guerriero/Fabbro ed è associata al MARE/ACQUE (ti sembra strano? Non dovrebbe.. le arti sono basate sul cambiare una cosa in un’ altra cosa e l’acqua è il grande elemento del cambiamento, ricordati di questo), Forza e Spirito. Esiste anche un elemento di fertilità implicito in questa funzione, dato che è l’ acqua che fertilizza la terra.

La terza funzione è relazionabile alla Fertilità, alla Vita e Morte, alla Nascita, Raccolta e Natura. E’ la categoria degli allevatori, dei produttori e dei plebei. Era associata alla TERRA e ai MONDI INFERI (che stanno dentro la terra e sono la fonte di tutta la vita e abbondanza ed è il luogo dal quale i morti ritornano), generosità e Corpo.

La mitologia greca ci da il miglior esempio di dei funzionali: Tre Fratelli, Zeus, Poseidone e Hades. Zeus era il re degli Dei e del Cielo (1^ Funzione, regno, cielo). Poseidone era il governante del mare ed un dio della fertilità di grande potere (2^ funzione) e Hades era il dio degli inferi e dei morti (3^ funzione, inferi, morte). Questo è solo un esempio tra centinaia. Pensa in altri dei di tua conoscenza, come Pan: 3^ Funzione, dio della Terra e della fertilità. Demetra, Dea della 3^ Funzione, della terra e del raccolto e così via.

Questo ci dimostra il modo di vedere trino dell’ antico Sistema delle caste Sociali Indo-europee (governanti, guerrieri e plebei), ma ci dimostra anche qualcosa in più come avrai modo di vedere.

Finora abbiamo discusso di alcune cose riguardanti la Maggiore di tutte le Dee e Dei: la Vecchia Dea Nera, che sta dietro a tutto questo sistema. Prima di poter cominciare una discussione dettagliata di tutti gli Dei dobbiamo discutere anche di un’ altra “Grande” deità, il Vecchio Padre, il Padre di Tutti, il Doppio Maschile della Dea Nera, che agì come co-creatore e che è suo eterno figlio e consorte.

Il Grande Padre dell’ Arte, i Guardiani e il Fuoco della Sapienza

Questo argomento è ampio e farò del mio meglio per dire ciò che deve essere detto per aiutarti a capire e per indirizzarti verso le giuste direzioni nell’ esplorazione di questa fruttifera discussione.

Prima che tu cominci a pensare che l’ Arte Antica gira solo attorno alla Grande Madre aspetta che io ti faccia cambiare idea. OVVIAMENTE Lei è il centro di praticamente tutto, poiché è l’ Anima di Tutta la Natura e il suo Capire permane in tutto e agisce come base di sostentamento di tutto ciò che esiste, comprese le nostre anime, la terra, il cielo etc. Ma la Grande Madre è esattamente come la tua anima: Eterna, sempre presente ma silenziosa, Passiva.

Il fatto è che nonostante lei faccia sì che la sua volontà sia conosciuta da coloro che sanno come approssimarsi a lei, ella è più come una forza semi-naturale che semplicemente esiste, che può essere sentita nella forma del Grande Potere del Serpente, che può essere vista come la fonte di tutte le cose, ma quando arriviamo alla vera Stregoneria, quando noi utilizziamo la Magia e per il fatto di essere capaci ad usarla, come anche il fatto di essere in grado di compiere altre abilità dello spirito/mente umana, come anche il pensiero astratto, l’ immaginazione etc, allora dobbiamo passare al regno del Grande Padre.

Il Grande Padre è la Deità primaria dell’ Arte. Esistono alcune ragioni molto semplici perchè si possa affermare ciò. Per cominciare, egli è lo Spirito Eterno della Natura. Egli è letteralmente la Mente della Grande Madre nonostante questi sia un essere individuale. Egli interagisce con l’ umanità ad un livello più comprendibile che Lei, Il Padre è lo Spirito della Natura e come sai, lo spirito è la base della mente che stai usando proprio ora ed è grazie a lui che tu stai leggendo queste righe, come ti spiegherò brevemente.

Egli allegoricamente “copulò” con la Grande Madre e riempì di vita il suo “utero” e tutte le cose, inclusa l’ umanità, nacquero da questo evento.

L’ Utero della Grande Madre è il luogo dove la sua anima capì e divenne percettrice di se stessa come “individuale”. Il suo utero è SEMPRE ASSOCIATO alle Stelle e le Tenebre. Come avrai modo di vedere l’ origine di tutte le anime risiede nei Mondi Inferi, che è il luogo dove si pensava fosse l’ “entrata” della Dea.. in un certo qual modo il mondo infero E’ l’ Utero della Grande Madre.

Le Stelle del Cielo e le Stelle degli Ombrosi Mondi Inferi sono visti come fossero le stesse stelle! Questa è una sovrapposizione di funzioni, proprio come dicevo sopra. Presta molta attenzione ora: la Prima Funzione (le stelle nel CIELO) e la Terza Funzione (le Stelle nel MONDO INFERO, che sta dentro la TERRA) sono viste una sovrapponendosi all’ altra. Questo è MOLTO importante, significa che la fonte più profonda della vita dentro la terra, il mondo infero dove tutto è sbocciato, il grande utero della Natura che si pensava possedesse tutta la sapienza, é la stessa grande fonte celestiale di luce e sapienza. La Prima Funzione si sovrappone alla Terza.

Comunque sia lasciamo tutto questo per dopo. Torniamo a discutere del Padre di Tutti noi. Hai notato come la Grande Madre è associata alla Terra, al Mare e al Cielo, del resto lei è l’ Anima della Natura. Bene, i tre elementi di Terra, Acqua e Aria sono gli elementi di cui si pensava lei fosse la principale governante, anche se lo stesso spirito del Padre di Tutti esiste in questi regni, Egli aveva un dono speciale, qualcosa che divise con l’ umanità: il Fuoco.

Il Grande Padre è più associato al Fuoco che ogni altra cosa. Questo è il motivo principale per il quale nell’ Arte Tradizionale del Paese Occidentale egli è considerato come un “fabbro” più di ogni altra cosa. Ma Egli, così come anche la Grande Madre, è molto più che una deità facente parte della seconda funzione. Egli, come tutte le Grandi Deità, si spande per tutte e tre le funzioni.

Egli è il Dio della Luce e della Conoscenza. “Luce” e “Conoscenza” in questo caso si riferiscono alla LUCE della sua MENTE DELLA CONOSCENZA. La Luce è qualcosa che va aldilà della semplice luce fisica. Con luce ci si riferisce agli insights e alla mente sottile alla quale, grazie al Padre di Tutti, TUTTI NOI ABBIAMO ACCESSO. Gli altri animali non hanno accesso alla loro conoscenza sottile e al controllo della loro volontà. Solo gli esseri umani hanno questa abilità. E’ questa abilità che ci mette in contatto con l’ immaginazione e ci rende capaci di accedere al vasto contenuto della nostra Anima.

Questa abilità ci ha permesso di pensare alla tecnologia. Gli animali possono sognare, fluttuare nella loro mente sottile durante la notte, ma essi non possono sentire e invocare uno stato di trance come noi, non possono sognare intenzionalmente nell’ astratto come facciamo noi e così via. QUESTA è l’unica differenza tra l’ umanità e gli animali, ma è una grande differenza. E’ il potere magico, letteralmente, la Magia. La mente sottile è la mente che fa sì che la “magia” divenga possibile e l’umanità, tempo addietro, possedeva questa abilità di usare la mente sottile risvegliata in noi dalle mani del Padre di Tutti.

Perchè Egli fece questo? Nessuno lo sa. Egli, e i suoi fratelli e figli, o semplicemente gli altri dei minori della luce (chiamati Guardiani da alcune streghe tradizionali) vennero (dal cielo) e mischiarono il loro fuoco divino con l’ argilla dell’ uomo mortale e ci trasformò per sempre. Noi eravamo come animali prima di divenire quel che siamo oggi, eravamo nudi, senza un linguaggio, una società, vivevamo nella natura e dopo questo avvenimento noi divenimmo coscienti di noi stessi.

Tutti gli antichi popoli Indo-europei credevano a tutto questo. Loro credevano che gli Dei portarono il fuoco della conoscenza all’ uomo. Gli Dei Luminosi o i Guardiani, i “Figli degli Dei”, gli Esseri di Luce che seguirono il Padre di Tutti, erano visti come gli agenti di questo dono. Per i Greci fu Prometeo che portò (letteralmente) il Fuoco agli uomini. Per i Germanici fu Woden, il Padre di Tutti e i suoi “fratelli” che concedettero la mente della conoscenza agli uomini e dettero loro l’ abilità di parlare e percepire la loro propria divinità. Fu Lugh, lider dei Tuatha de Dannan (gli Dei Luminosi) che era anche Dio di tutte le Arti e Artefice dell’ insegnamento di queste cose agli uomini. E’ uno “stile” universale.

So che tutto questo comincia a suonarti familiare. E la risposta è si: il Serpente dell’ Eden che andò dal primo uomo e gli dette il Dono di Tutta la Conoscenza, era proprio il Vecchio Padre. Non sto dicendo che il Padre di Tutti è il Demonio; sto dicendo che il serpente dell’ Eden, l’ essere che portò il risveglio nelle menti degli uomini, venne associato al demonio dai cristiani, poiché loro sapevano che i pagani credevano che il loro proprio dio era venuto a donare all’ uomo la luce della conoscenza, ed essi, i cristiani, associarono la credenza pagana con la storia biblica dell’ eden ed arrivarono alla conclusione che, dato che i pagani adoravano il demonio, allora doveva essere il demonio che venne in forma di serpente donatore di tutta la conoscenza.

E’ importante ricordare che gli Antichi Ebrei che realmente scrissero la storia dell’ Eden NON CREDEVANO che il serpente fosse un “demonio”: questa idea in verità nacque molto tempo dopo con un Cristianesimo tardivo e la sua sciocchezza. Il Serpente è un simbolo di sapienza SOTTILE che l’umanità ricevette nell’ aurora della sua esistenza. E’ la conoscenza divina che ci “risvegliò” e ci fece divenire “posseduti da tutta la conoscenza”. Noi possediamo questo dono mentre gli animali non ancora. Se tu desideri praticare la Stregoneria Tradizionale allora devi trovare l’ essere che ti concedette il dono della mente della conoscenza che esiste in te. Chi è egli? Il Vecchio Tubal Cain.

TUBAL CAIN

Si. In alcuni rami della Stregoneria Tradizionale il Grande Padre è chiamato Tubal Cain.

Gli altri suoi nomi sono: BEL, L’ ANTICO, IL PADRE DI TUTTI, IL VECCHIO BEL, e IL VECCHIO TUBAL.

Egli è un grande dio. Il grande dio che dimora in tutte e tre le funzioni.

Prima Funzione: Egli è il Dio della Luce e della Conoscenza. Egli è il Grande Stregone, poderoso nella magia, un dono che egli insegna ai suoi compagni.

Seconda Funzione: Egli è il Grande Fabbro. I suoi simboli sono un Martello e le Tenaglie. Non dimenticarlo mai. Tra gli altri simboli, i simboli tipici del Padre di Tutti e delle Arti sono il Martello e le Tenaglie. Il suo vero simbolo è un glifo stilizzato del Martello e delle Tenaglie. Ricorda, quando noi lo chiamiamo “Fabbro Nero”, come egli è frequentemente chiamato, non intendiamo dire che egli è un semplice fabbro. Come un fabbro egli è un essere che può usare il fuoco per creare cose nuove, così come creò una nuova mente nell’ umanità dal suo fuoco. Ma egli è anche un saggio in TUTTE le arti, in tutti gli artifizi. Egli è l’ essere più intelligente e che possiede più conoscenza di tutta l’ esistenza. Egli è anche il più esperto e il più arguto.

Terza Funzione: Egli è il Colui che Provvede. Il Dio dei Vivi e dei Morti. Il Dio del Rinnovamento, Dio del Serpente. Egli copula con la Grande Madre per fertilizzare tutta la terra, muore, scende negli inferi, regna tra i morti e rinasce ancora una volta, totalmente nuovo. Egli è frequentemente ritratto con le corna, quando lo si associa a questa funzione. E’ frequentemente ritratto con un serpente, mostrando che è Lui a possedere il potere del rinnovamento e che può condividere questo potere.

Tubal Cain è il primo Padre, il Padre dei Clan, il Padre dei Saggi, il primo Fabbro e Stregone, Lider dei Guardiani, Colui che Dona la Luce all’ Uomo.

Come presto vedrai, il Vecchio Tubal possiede un nome che sarà importante dopo, e questo nome è LUCET. Non lo dimenticare.

Una Nota sugli Dei “Funzionali” in opposizione ai “Grandi Dei”

Presto approfondiremo il discorso sui molti altri dei ed esseri divini. E’ doveroso notare che molti di loro non sono il tipo di deità che dimora in tutte tre le funzioni, come Tubal; intanto devo menzionare che molte di queste deità sono loro stesse “facce” del Vecchio Tubal o della Grande Madre. Guardando al Politeismo Indo-europeo, si comincia a notare che molti di quelli chiamati Dei e Dee non erano ufficialmente “deità”, bensì, un modo proprio di una tribù di chiamare la Grande Madre e il Grande Padre. Gli “altri Dei” erano e ancora sono reali, ed essi erano i figli della Grande Madre e del Padre di Tutti, infatti la coppia divina dette alla luce varie famiglie di dei, così come anche altri esseri.

Nei misteri dell’ Arte molti pochi altri dei sono qualcosa in più che una faccia di Tubal e dell’ Antica Madre. Io qui NON sto dando corda a quell’ assurdità del “tutti gli dei sono un dio”; quello che io sto cercando di dire è che l’ Arte NON è parte dell’ antico politeismo, nello stesso modo in cui era il sacerdozio del mondo classico. L’ Arte ha le sue radici nel folclore dei villaggi in forme semplici, più sciamaniche, di pensiero religioso, nel quale la Dea Suprema della Natura e il suo consorte erano le maggiori deità e, normalmente, a parte le variazioni locali, essi erano tutto ciò che le persone cultuavano, a parte gli spiriti della terra e gli antenati, cosa di cui parleremo più in là. Nel mio prossimo messaggio parlerò in modo diretto di tutti gli dei della Stregoneria dei Paesi Occidentali e dell’ Europa Nordica, cominciando dalla Grande Madre e dalle sue Nove Principali Forme. Per favore, leggi il prossimo messaggio con cura poiché è un messaggio “gemello” a questo e tratterà di alcuni argomenti molto importanti sulla natura degli Dei e la loro relazione con l’ Anima del Mondo.

image

 

Parte VI: Associazioni

Le Associazioni dell’ Arte

Quanto più avanzeremo in questo messaggio, tanto più affascinante diverrà il materiale e sinceramente spero che la pensino così anche coloro che leggono. Questo è uno dei più importanti messaggi tra quelli che ho scritto, poiché questo (così come anche gli altri) non riporta solo concetti importanti ma comincia anche a mettere insieme varie informazioni differenti in modo coerente.

Comincio a riportare alcuni piccoli grafici per riunire alcuni concetti; analizzali con attenzione. Se non riesci a riconoscere alcuni termini non preoccuparti, te li spiegherò poi. Il grafico è composto da quattro colonne, una del Corpo, una dello Spirito, divisa a sua volta in “Coscienza densa”e “Coscienza sottile” e, infine, una colonna per l’ Anima. Sotto questi termini vi è una lista di poteri, concetti e deità ad essi relazionabili in modo importante e fondamentale. Presta DAVVERO molta attenzione a questo materiale poiché ti verrà molto utile più in là. SO che molti di voi conoscono già tutto questo, ma sotto la colonna dello “spirito” , se una parola o termine si trova tra la colonna della coscienza densa e della coscienza sottile, come il termine MARE/ACQUE o TERRA MEDIA, questo significa che tale parola o termine appartiene tanto alla coscienza densa quanto alla coscienza sottile.

GRAFICO (Non ce l’ho più… -_- )

Il Grafico potrebbe anche continuare ma io ho dovuto concluderlo in qualche modo.

La pazzia del sole e della luna

Devi aver notato alcune cose strane nel grafico, che non combaciano granché con quello che hai già imparato sulla metafisica, come per esempio il fatto che la luna corrisponde alla coscienza densa, che è di orientamento maschile, e il Sole corrisponde alla coscienza sottile, che è femminile.
Deve essere detto a questo punto che nell’ Arte Antica delle Isole Britanniche, il SOLE è una forma femminile e la LUNA, maschile. Tutto questo fa anche sì che si distingua dalle nozioni wiccan/new age secondo cui la luna è femminile, ma c’è molto di più da dire su questo argomento. Lasciami spiegare.
La parola “Sun” (Sole) deriva dal nome della dea nordica “Sunna”. La Luna era vista dai popoli nordici come un Dio, chiamato “Mani”. Avete già sentito parlare dell’ “uomo della Luna”? In gallico la parola “sole” è femminile. Nel Nord e nelle isole britanniche il SOLE è visto, a ragione, come la vera forma vitale della vita. LA GRANDE MADRE, come sai, è la Vera Fonte della Vita. Così, ecco le associazioni; ma c’è altro ancora. La luce del Sole è costante, così come il Capire che è costante. Il Capire della tua anima, il Capire della Natura e l’ Anima della Grande Dea sono costanti. Riesci a capire in quale modo vengono fatti questi accostamenti? Anche se il sole sparisce per un po’ di tempo, si allontana dalle nostre vite, lui è SEMPRE brillante, emette sempre la sua luce così come il Capire che sta sempre illuminando, anche quando sembra che sia sparito, come quando qualcuno muore.
La Luna, dall’altro lato fluisce, cambia, cresce e diminuisce mostrando la vita, la morte e la rinascita del Padre di Tutti. Oltre a questo così come il Padre di Tutti è associato alla fertilità, la luce della luna e la sua influenza magnetica sulle grandi acque causa le piogge, le piene dei fiumi e altri condizioni che rendono fertile la terra.
Ora vediamo la RELAZIONE tra Sole e Luna. E’ il Sole che emette la sua luce sulla luna illuminandola, rendendola visibile e capace di fare quello che fa, nello stesso modo in cui la Grande Madre emise il suo potere per fare e manifestare il Grande Padre, e il suo capire è la vera radice del Dio e la vera radice di tutti gli esseri… esattamente come la luce del sole è la vera radice della luce della luna.
Ora, prima che tu cominci a pensare che sto dicendo che non esiste un lato femminile della luna, rilassati: esiste un lato femminile, sì. E prima che pensi che sto togliendo il sole dal Padre di Tutti “consegnandolo” alla Dea, rilassati ancora!
La Luna è anche associata ai cicli corporali femminili e dato che ella è un immenso blocco di terra rotonda, e gira eternamente intorno al pianeta, possiede anche una natura femminile. Ecco il “punto critico”: E’ LA SUA LUCE che è maschile. Il Sole di per se può essere considerato femminile, ma la luce che emette, le lunghe esplosioni falliche che fertilizzano il suolo, sono maschili. Perciò tutti gli “dei solari” di cui hai sentito parlare sono in realtà dei della LUCE. Lo stesso avviene con la luna; la sua luce e il suo magnetismo possono essere maschili, ma ella è, tradizionalmente, molto femminile.
Devi anche aver notato che la luna è associata alla coscienza densa. “Ma come può essere”, ti starai chiedendo, “dato che ho sempre sentito dire che la Luna era il simbolo della profonda e sottile mente sub-cosciente? Il tuo grafico dice che il sole è associato alla mente sub-cosciente!”
Beh, il grafico è corretto. Ancora una volta, lascia che ti spieghi.
La Luna con le sue fasi, principalmente quando è PIENA, è sacra e molto importante per l’ Arte Antica e la luna Piena è il punto MASSIMO del mese nel quale tutte le forme di poteri “psichici”, trance e altre esperienze visionarie divengono possibili con più facilità. Perchè?
Il Sole rappresenta la luce costante. Nascosto o meno, lui brilla continuamente. Ma il Sole è associato con lo spirito perchè cambia e gli manca la costanza, quindi esistono Giorno e Notte; ma lui sta sempre brillando e senza di lui non esisterebbe il chiaro di luna, così come, senza la mente sottile non esisterebbe la mente densa. Le Stelle rappresentano realmente l’ ANIMA, infatti le Stelle sono costanti, nascoste dalla luce de sole, il che mostra come l’attività della mente cosciente, e allo stesso modo della coscienza sottile, nasconde la verità dell’ anima eterna. Le Stelle sono sempre là e a questo punto ti ricorderai che esse sono associate all’ Utero della Grande Dea-Madre che dette alla luce in primo luogo alle nostre anime.
Ma allora perchè lo Psichismo e la mente sottile sono associati alla luna piena, se è supposto che la luna è associata alla mente densa?
Perchè questo fu il dono del Vecchio Tubal all’ umanità, il dono della Conoscenza, il dono di divenire capaci di accedere alla Mente Sottile che illumina tutti noi. Il sole, con il suo brillare e la sua luce della conoscenza, fa per la luna quello che la conoscenza divina della mente Sottile fa per le nostre menti dense. La luce nera è un simbolo dello stato tipico dell’ uomo comune che non ha nessuna percezione di tutto ciò. Fino a che esiste un raggio di luce della profonda e illuminante Mente Sottile, tutta la mente densa sarà illuminata. Il sesto giorno di una luna nera è il giorno sacro che simboleggia il dono della luce della sapienza per l’ umanità e per questo è molto importante nell’ Arte.
La luna PIENA, perciò, rappresenta la Mente Densa TOTALMENTE ILLUMINATA dalla luce della mente sottile e coloro che partecipano ai riti della Luna Piena possono assorbire, per un po’ di tempo, quello stato in sé stessi ed essere letteralmente colpiti dalla luna, entrano in trance, in estasi. La Luna Piena è un simbolo della mente in trance, sottile e magica ed è il portale per tutti questi stati. Ora tutto questo ha un senso per te?

image

 

Parte VII

La Natura degli Dei, il Loro Spirito e Simboli

Ok. Prima di andare diretti al discorso sui vari Dei e Forme Divine associati all’ Arte Antica, lasciami dire qualcosa di molto importante sugli Dei, maschi e femmine.

Gli Dei sono molto differenti dagli esseri umani. So che è stupido fare quest’ affermazione, ma è necessario parlarne. Questa è un’affermazione seria anche se può sembrare che io faccia dell’ ironia: nello stesso modo in cui gli esseri umani e gli animali sono molto diversi, eppure simili in IDENTICA PROPORZIONE in cui sono diversi, lo stesso avviene con gli Dei e con gli esseri umani. Essi sono molto differenti da noi eppure possediamo molto più in comune di quanto entrambi vorremmo ammettere.

Tanto per cominciare noi siamo figli, discendenti degli Dei. Noi apparteniamo al lato umano della famiglia della Grande Madre e i suoi altri figli, come i Rossi (una ripugnante e schifosa razza di giganti che si dilettano nel distruggere la vita) e i Luminosi (gli “Dei” della maggior parte del folclore umano) sono quindi figli della stessa madre. Essi non possono negare di avere uno stretto laccio familiare con l’ umanità, e nemmeno noi lo possiamo negare. Noi, esseri umani, rispecchiamo tutto l’orrore e le tenebre dei Rossi e l’ ingenuità e bellezza dei Brillanti.

Ma quello che realmente ci differenzia dagli Dei, a parte il fatto che noi non possediamo il loro elevato livello di potere, nel senso stretto della parola, è la nostra coscienza. Tutto questo ha a che vedere con il modo in cui noi sentiamo il mondo. Un dio, come il Grande Padre, ha il suo SPIRITO (e, perciò, la sua coscienza) UNITO con il MONDO e la sua anima e quindi, con HENWN. In altre parole egli capisce e percepisce totalmente tutte le cose, fluisce con tutte le cose ed esiste con tutte le cose. La sua morte e rinascita annuali vengono prontamente accettati. La sua mente, in altre parole, è molto simile alla mente umana avanzata che è passata dalla fusione dello spirito con l’anima ed è divenuto un “Maestro” o “Wyf”, giusto per usare la terminologia scozzese.

Perciò NESSUN dio possiede, come la maggior parte degli umani, un CAPIRE diviso, con la mente cosciente che si considera il centro del suo essere e la dimora dellì “IO” e che ignora il profondo e puro capire dell’ Anima e lo sperimenta solo in situazioni speciali, come in casuali sogni veritieri. Questa è la vita di un normale essere umano. La vita di un dio è ESATTAMENTE l’ opposto.

Quindi gli Dei agiscono e percepiscono le cose in un modo molto differente dalle normali persone. Questa è realmente la principale differenza tra noi e loro. Tu, come un qualsiasi altro essere umano, puoi passare dalla trasformazione spirituale che unisce il tuo spirito alla tua anima e la tua mente umana può attingere uno stato e un livello simile a quello degli Dei. Comunque rimarrai un essere umano e andrai, dopo questo stato (d’accordo con l’ Antica Dottrina), ad entrare in un nuovo stato d’ essere “occulto”, nel quale le tue attività divengono misteriose per le altre persone, ma succederà che tu ti manifesterai per aiutare gli altri a percorrere un cammino occulto, per aiutare gli altri ad arrivare al tuo stato.. o magari potresti interferire nello stato del mondo per indurlo verso una nuova direzione, chi lo sa? Le persone che si trasformano in questo stato divengono a fare parte di quella che è chiamata “Compagnia Occulta” ed essi sono dei semi-dei nel folclore dell’ Arte. Essi “muoiono” e “rinascono” così come fanno gli altri, o forse essi stessi decidono di farlo, però non perdono mai il loro nuovo e immortale stato mentale e questo significa che se uno di loro nasce come umano, egli porterebbe con sé tutte le sue memorie e tutto il suo potere. Unire lo spirito con l’ anima e attingere a questo stato è elevarsi al di sopra delle percezioni e cicli lineari che interferiscono nella coscienza degli esseri umani comuni e lasciarli (le percezioni e i cicli) alla mercè dello sconosciuto ed esistere come parte di tutto, non soltanto come individuo separato al resto. E’ come “il prossimo passo” nel processo dell’ evoluzione dell’ insieme mente-corpo-anima, se questa sarà la tua volontà.

Allora, nel modo in cui abbiamo intrapreso il discorso sugli altri Dei e la Grande Madre, non dimenticare mai che gli Dei sono già in quello stato più elevato e quindi questo spiega più che bene la loro onniscienza.

Spirito Immortale? In ogni luogo?

Dall’ inizio di questa piccola serie di articoli informativi abbiamo discusso sull’ ipotesi che il Corpo e lo Spirito sono mortali, mentre l’ Anima è immortale. Devo dire ora che c’è una cosina in più della quale ti devo parlare riguardo a questo discorso. Esiste una parte di spirito che è anch’ esso immortale. E’ la porzione più sottile, la porzione più “prossima” all’ Anima, la porzione che porta con sé gli effetti più profondi delle tue esperienze ed emozioni ed è la parte che forma l’ “individualità”. Dato che il tuo spirito è in parte inclinato verso il fisico e in parte verso l’anima, ha un senso dire che più prossimo all’anima è il tuo spirito, più eterna e durevole diviene la sua natura.

Ricorda che il Sole è associato allo Spirito Sottile e che il Sole, se da una parte esiste in cielo, dall’ altra egli scende negli inferi (simbolicamente, gli inferi sono visti come il luogo dove il sole va durante la notte), ma egli si eleva dagli ombrosi mondi inferi e torna al cielo. Il sole ci dice che la parte più profonda della Mente Sottile (non la Mente Sottile intera, ma solo una piccola parte) è sempre là anche quando sembra essere sparita. Le stelle non lasciano mai il cielo perciò esse ben rappresentano l’ anima immortale e loro stesse rappresentano anche la loro stessa origine, come ho già spiegato. Il sole sarebbe stato un grande simbolo per l’ Anima eccetto per il fatto che la sua luce non è APPARENTEMENTE costante. Noi sappiamo che la luce del sole è sempre là ma per la nostra percezione essa SEMBRA sparire durante la notte. Essa quindi non permane nel cielo bensì se ne va via e dopo torna.

In qualche modo la porzione “immortale” della mente sottile rimarrà con l’anima fino a che questa verrà totalmente integrata nell’ unione spirito- anima, sempre che questo succeda. E’ questa piccola porzione tua che, a livello fondamentale, fa da base alle tue idee di ego ed individualità. Ricorda, l’ Anima è un po’ più aldilà della dualità e la sua idea di individualità è che essa stessa è parte di TUTTE le cose. Il giorno in cui REALMENTE accetterai, nel tuo cuore, che sei una cosa sola con tutte le cose e che passerai per questa esperienza, bene, allora non avrai più bisogno di messaggi lunghi e folli come questo!

Gli Dei

Questa sezione informativa non parla solo degli Dei ma parla molto anche dei vari “mondi” che esistono, d’accordo con gli Antichi Pensieri. E’ importante che tu non DIMENTICHI MAI quello di cui ti ho parlato prima sulle FUNZIONI e come esse si sovrappongono una all’altra.

La Prima Funzione (associata al Cielo e alle Stelle) si sovrappone ALTAMENTE alla Terza Funzione (associata con la Terra e gli Inferi; gli inferi sono SEMPRE associati alle Stelle). Non te lo dimenticare. Cerca di pensare in questo modo: la Prima Funzione è associata all’ Anima; la Terza Funzione è associata al Corpo. Ti ricordi quanto sono intimamente relazionati Anima e Corpo? Lo sapevo che te lo saresti ricordato! Io spero che tu riesca a capire quanto tutto ciò è coerente; la relazione intima tra Corpo e Anima si riflette nella relazione tra Cielo e Terra e quindi tra la Prima Funzione e la Terza Funzione.

La Seconda Funzione (le acque, le arti) si sovrappone ALTAMENTE alla Terza Funzione. L’ Acqua è un agente Fertilizzante della Terra perciò queste due funzioni tendono a sovrapporsi in termini di Fertilità e Fruttificazione. Molti Dei del Mare sono Dei della Fertilità.

Finalmente, dopo questo passaggio, scriverò un messaggio chiamato “Simboli”, che conterrà (rusticamente ma efficacemente da me disegnati*) i simboli dell’ Arte Antica del Paese Occidentale che vennero rivelati dal Dr. David B. Shirt nel 1988. Il Dr. Shirt faceva parte di un’ autentica Tradizione Ereditaria e pubblicò le basi di questo sistema, che era chiamato Sistema Elfico e conteneva simboli che anche Robert Cochrane usò, dando così appoggio all’autenticità della Tradizione di Cochrane. Includerò alcune note spianatorie per ogni simbolo. Ci saranno (credo) dieci simboli, includendo i quattro simboli degli Dei del Regno (della quale parleremo dopo), i quattro simboli delle stazioni, il piede della strega e il piede della civetta.

(*Purtroppo non sono riuscita a recuperare i disegni dei simboli di cui RA parla – Nota di Nera)

LA VECCHIA DAMA NERA

Siamo arrivati ora al cuore dell’ Arte Antica, la Grande Dea Nera.

Lei è la grande “triplice” dea di cui hai tanto sentito parlare, che sembra adempiere a tre grande ruoli, quello di Madre/Colei che provvede, Fanciulla/Incantatrice e Anziana/Portatrice di Morte e del Destino. Inoltre è anche Dea Nonupla, poiché consiste in tre trinità ed ogni membro di ogni trinità rappresenta uno degli Dei Funzionali.

Ora, quando discuteremo della Grande Dea Nera, è importante ricordare che lei è la Maggiore degli Esseri Divini, senza la quale nulla esisterebbe più nel modo in cui lo è ora. Lei è realmente la Grande Madre degli Dei e degli Uomini; Lei permane dietro e aldilà di tutta l’ esistenza. Quando parliamo delle sue Nove Forme non ci riferiamo agli “spiriti”, bensì ci riferiamo alla sua Anima, alle Forme che stanno aldilà delle altre forme. Il Suo “Spirito” appare in altre forme, come andremo a discutere. Ma ricorda, è di una Grande Dea che stiamo parlando, La Grande Dea, non soltanto una semplice Dea Funzionale. Entrerò in dettagli riguardo alla relazione tra queste deità “funzionali” e le Grandi Deità.

Le vocali sono i Suoni Madre di tutto il linguaggio e, perciò, sono femminili per natura. Sono sacre, in certe combinazioni, a varie Dee e posso essere usate per invocarle. Gli Dei posso essere invocati attraverso molti nomi, composti di sillabe e vocali, poiché le sillabe sono maschili ma le vocali che sono femminili, fanno sì che le sillabe possano venir pronunciate… nello stesso modo in cui è l’ Anima della Madre che fa divenire possibile l’ esistenza degli Dei.

LEI è chiamata VECCHIA DAMA NERA, LA DEA BIANCA, HENWN, LA GRANDE DEA o LEI.

Alcune volte sentirai riferirsi a lei come “LA DEA ROSSA” o “LA MADRE ROSSA” e questo titolo è usato quando la si chiama “Madre Natura”. Con il termine “LA DEA ROSSA” ci si riferisce al lato fisico della “Grande Madre”, mentre con i termini “La Dea Bianca” o “La Dea Nera” ci si riferisce agli aspetti della sua Anima, gli aspetti spirituali, dietro e aldilà del mondo fisico.

Lei ha Tre Grandi “Nomi” che sono più simili a Titoli ed ognuno di questi Nomi è anche una trinità, formando così Nove Forme. E’ importante notare che nessun gruppo dell’ Arte Tradizionale cultuava tutte e tre le trinità. Ogni gruppo tendeva a cultuarne solo uno. Il gruppo di Cochrane cultuava la Signora in Terra, con il nome di “Goda”.

Questi tre grandi “nomi” o titoli sono:

– La Signora in Terra

– La Grande Regina

– La Fanciulla

LA SIGNORA IN TERRA è simile all’ idea della “Madre Rossa”. Questa è la Dama che rappresenta la fertilità della Terra e il Potere della Fruttificazione e dell’ Abbondanza, della Nascita e della Morte.

La Trinità della Signora in Terra è:

La Signora del Sole (prima funzione), che rappresenta la Luce della Vita e il potere sovrano. Le vocali usate per evocarla suonano come “EYE-UH” (Ei A).

La Guardiana della Fonte del Noce (seconda funzione, dato che il noce è acquoso nelle sue associazioni, così come la fonte…). La Fonte del Noce è un simbolo della fonte di tutta la conoscenza dalla quale tutte le arti hanno origine, incluse le arti esoteriche, come la Stregoneria (Arte della Stregoneria)… Questa forma della Madre è un’ incantatrice e la Fonte che lei mantiene simboleggia anche le acque che fluiscono dalla terra sostenendo tutte le cose. Le vocali usate per invocarla suonano così “OH UH” (O A).

La Scrofa (terza funzione, dato che la scrofa è il simbolo primario della Maternità e della Nascita… e il fatto che a volte la scrofa divori i propri figli la associa con la morte e i misteriosi inferi). La Vecchia Scrofa è la Guardiana Anziana dei Misteri degli Inferi ed è centrale per la fertilità delle Madri e della Terra. Lei è anche la saggia fattucchiera. Le vocali usate per invocarla suonano come “AH OO UH” (Ah U A).

Questa trinità può essere invocata come un tutto con le vocali “AH-OO” (AU).

LA GRANDE REGINA è probabilmente la forma più antica con la quale l’uomo vide la Grande Dea Nera. La Dea con questo nome – e questa trinità, è quella che la maggior parte delle Streghe Tradizionali onorano e cultuano e dalla quale chiedono orientamento. E la più temibile e primordiale; viene chiamata anche CARLIN e NICNEVIN. Come Nicnevin è chiamata anche “Dea delle Ossa”, la Dea della Frenesia, Morte, Inverno ed è la Gigante Dea che formò le montagne delle Isole. Ho menzionato Carlin/Nicnevin in modo breve..

La Trinità della Grande Regina è:

La Donna Corvo (Il Corvo Furioso) (prima funzione) che rappresenta la sovranità, con il potere di concedere la vita e la morte e possiede quindi autorità su queste ultime. Sembra anche che lei sia una grande fattucchiera che si delizia in profezie di carneficina. Il Corvo è sempre stato associato al Sole e se dai un’ occhiata alla prima forma della trinità della Signora in Terra capirai perchè. La vocale usata per invocarla è “AHV” (Av). Un “ah” con una “v” nasale sul finire.

Guerriera: (seconda funzione), che rappresenta la violenza inerente la natura e perciò, l’ arte del guerriero, che è la seconda funzione. Noi non viviamo più gli antichi giorni fatti di lotte, perciò in questo caso il termine ha poco significato per noi e non significava molto nemmeno per le streghe tradizionali di due secoli fa… ma questa Forma della Grande Regina è ancora vista come il potere che sta dietro la violenza e i vizi. Le vocali usate per invocarla suonano come “AH” (Aa).

La Donna Velenosa: (terza funzione), che rappresenta il lato mortale, velenoso della Natura, delle piante velenose e i serpenti. Lei è il potere della morte che esiste in mezzo alla vita. Le vocali usate per invocarla suonano come “EE UH” (IU).

La Trinità come un tutto può essere invocata con i suoni: “OR EE UH” (OIA).

Come forse avrai notato finora ora la Grande Regina sembra rappresentare i lati distruttivi delle Tre Funzioni. Mentre la prima funzione rispecchia generalmente l’ autorità sulla vita e la bontà della vita, in questa funzione l’ autorità della Grande Regina è un’ autorità che pesa più sulla vita e morte. La seconda funzione rappresenta i guerrieri e la stabilità, in questa funzione Lei rappresenta la violenza frivola, fuori dal controllo. Dove la Terza Funzione generalmente rappresenta la Terra come fertilità e colei che provvede, Lei rappresenta il veleno e il pericolo mortale della Natura. Lei è davvero la Grande Regina della Vita e della Morte ed è molto ironica nella sua natura e non importa quanto distruttiva possa sembrare, lei è la stessa Grande Madre che tutto ha formato e a cui tutto ha dato vita. La Grande Madre venne spesso ritratta con metà volto oscuro e brutto e l’ altra metà brillante e bello, proprio per i motivi sopra spiegati. Ironia e Paradosso sono parte della sua natura: la Vita e la Morte, come il Corpo e l’ Anima e la Terra e il Cielo si mischiano fortemente. Non sono poi così differenti.

LA FANCIULLA è sempre vista come il lato più “giovane” e “brillante” della Grande Dea Nera e viene sempre onorata in Primavera. Questa trinità è ALTAMENTE associata al Fuoco e rappresenta il fatto che, anche se il Grande Padre sembra apparentemente il portatore della fiamma e colui che dominò il fuoco, la Grande Madre è ancora l’ ANIMA del fuoco, così come è l’ anima di tutto ciò che esiste.

La Fanciulla era, ed è ancora, una delle forme più popolari della Grande Dea Madre ed è l’ ultima delle tre forme della dea che può essere chiamata “Grande Dea”, ed è la dea che riempie tutte e tre le funzioni. Tutte le altre dee di cui discuteremo poi saranno varie dee funzionali, con un carattere e un potere molto specifici. La Signora in Terra, la Grande Regina e la Fanciulla sono, come Tubal, “Grandi” deità poiché riempiono tutte e tre le funzioni. Nel caso della Grande Dea Nera queste “tre” Dee (La Signora, la Regina e la Donzella) rappresentano tre differenti maniere di avvicinarsi a lei, facendola divenire realmente Triplice – e Nonupla allo stesso tempo.

La Trinità della Fanciulla è:

La Poetessa: (prima funzione) i poeti degli antichi giorni erano alla ricerca dell’ ispirazione, che è una delle più elevate forme di potere magico. La Poesia e l’ Ispirazione, perciò sono entrambe le stesse caratteristiche della Prima funzione. Questa Dea è l’ ispirazione che risveglia gli insights della mente e le abilità profonde.

La Fanciulla che Cura/che Fabbrica: (seconda funzione). Qui lei è la Dea che sta dietro alla cura e ai lavori manuali, incluso l’ uso del Potere del Serpente, nella forma del fuoco che esiste nel corpo per cambiarlo, migliorarlo o curarlo.

La Madre/Colei che presiede il Parto: (terza funzione). Qui, lei è la Grande Madre Fertile che rinnova e alimenta ed è la forza che aiuta il parto.

Questa trinità può essere invocata con le vocali “EE i”, che è un “EE” seguito da un “i” molto corto, che si pronuncia come quando dici “ick”. Non esistono combinazioni vocali individuali per i membri di questa Trinità.

GLI DEI FUNZIONALI

Questi Dei e Dee sono nomi individuali dati allo Spirito della Natura quando si manifesta in Terra, Mare e Cielo. Il Maschile, lo Spirito Denso della Natura, il Padre di Tutti, ha una presenza in questi tre regni elementali e lo Spirito Sottile della Natura che appare in questi regni sono la manifestazione della Grande Madre. Questi Dee/Dee sono presenti in tutte le mitologie.

Quattro di questi Dei, chiamati “Dei del regno” sono realmente quattro facce di Tubal Cain, anche se è possibile interagire con essi individualmente. Questi si differenziarono in queste quattro forme con l’ andare del tempo, con le varie tribù, popoli e le stesse streghe che concentrarono i loro sforzi e attenzione in un’ unica funzione del Padre di Tutti, con l’ esclusione delle altre funzioni. Dopo alcun tempo, il Padre di Tutti venne conosciuto con questo nome e faccia da queste persone e col decorrere della storia, queste deità vennero erroneamente considerati dei individuali, e a volte sembra realmente che sia così. Ma i quattro dei del regno non sono “individuali” come lo sono gli Dei del Vento, per esempio. Gli Dei del Vento sono, e sempre furono, individuali figli della Dea Nera, e sempre lo saranno. Essi non sono “manifestazioni” o facce di Tubal o di qualche altro dio. Quel che succede è che molte volte gli dei con le quali l’ Arte ha a che fare sono facce dei Grandi Dei Padri, anche perchè l’ Arte Antica è orientata intorno a queste due deità in particolare.

Parlerò di questi Quattro Dei del Regno e i loro “regni” quando arriverò a essi nel prossimo articolo.

LUCET

Lucet è un altro nome del Vecchio Tubal e, come lui, presiede a tre funzioni. Lucet è in primo luogo un Dio della Luce e della Conoscenza, che viene da est, dimostrando la sua prima funzione. E’ anche un fabbro (seconda funzione) e un dio della fertilità, ritratto con corna da caprone e con un aspetto molto sessuale: terza funzione. Poca menzione viene fatta al suo aspetto di “Signore dei morti” con il nome di Lucet, ma ricordati, questo è solo un altro nome di Tubal. Lucet è uno degli dei del regno di cui parlerò.

LA REGINA CHE GIRA, LA SIGNORA CHE GIRA, LA REGINA DEL CIELO, ARIAN, FRICA

Questa Dea è una Dea della prima Funzione associata con la Sovranità e la Stregoneria. E’ la Madre Severa e Strega che regna dal suo Castello che gira nel mezzo del cielo notturno e delle stelle. Lei è esotericamente lo spirito sottile del Cielo e una dea centrale per il Coven Green Hill di Streghe Tradizionali. Può esser vista come una dea degli inferi, a causa della sovrapposizione tra la prima e la terza Funzione. Il suo simbolo è un rocchetto.

IL VECCHIO TUONANTE, IL DRYTEN, IL FIGLIO DEL CIELO, THUNR, DUNR, TARAN

Questo Dio è tecnicamente un dio della prima funzione del Cielo e dell’ Autorità ma in verità presiede a tutte e tre le funzioni, divenendo quindi un Grande Dio che era cultuato come un Padre di Tutti primordiale dai pagani classici e dai pagani baltici. Noi dell’ Arte e delle Isole Britanniche normalmente non lo cultuiamo così, ma non c’è ragione per la quale tu non possa farlo. Egli è un dio del martello e del tuono ed un guerriero-fabbro, divenendo ancora un dio della seconda funzione e della terza funzione, colui che provvede alla fertilità, dato che è lui il cielo che manda i raggi e la pioggia che fertilizzano i campi. Egli è esotericamente lo spirito denso del Cielo.

Il suo simbolo è un martello o qualunque parte di una Quercia.

L’ UOMO DELLA CAVERNA, MANAN, IL VECCHIO UOMO DEL MARE, NODE

Questo è un Dio della Seconda Funzione delle Acque, come anche un dio della prima funzione. Ricorda che la seconda funzione contiene anche un aspetto della fruttificazione, perciò è frequentemente visto anche come dio della fertilità. In realtà è uno spirito denso delle Acque, Dio dei Mari e degli animali del Mare e della Terra. Egli è uno dei Quattro Dei dei Regni di cui parleremo poi, sotto il nome di “Node”. E’ il Dio Moribondo/Stanco che rappresenta il riposo dopo la crescita e la sapienza.

LA REGINA DELLE FATE

Questa è la Dea della Seconda Funzione della Stregoneria che è lo Spirito Sottile delle Acque. Il titolo “Regina delle Fate” è dato a molte Dee differenti, così come anche per la Grande Madre e perciò questo titolo lo troverai ancora più in là. Questa “Regina delle Fate” attua in particolare come consorte di Node.

IL VECCHIO UOMO CORNUTO, IL CORNUTO, IL FIGLIO DEL SERPENTE, PUCK, CARENOS, ROBIN

Questo Dio della Terza Funzione della Fertilità, della Terra e dei mondi inferi è anche Dio della Vita, del Sesso e della Morte. Egli si sovrappone alla Seconda Funzione nell’ aspetto della fruttificazione. E’ anche un Dio del Regno e questo lo discuteremo al momento giusto. Egli è il “Dio Cornuto” del quale il paganesimo è tanto innamorato ed esotericamente egli è lo Spirito Denso della Terra, che la fa fiorire e la fa divenire fertile in primavera e apre gli occhi alle parti più profonde della nostra natura biologica e spirituale.

LA REGINA FATTA DI ROSE

Una Dea della Terza Funzione della Terra, del Raccolto e della vita vegetale. Lei è esotericamente la faccia della primavera dello Spirito Sottile della Terra.

LA VECCHIA STREGA, LA REGINA DEGLI INFERI, HENWN, CARYDWEN, HEL, HULDA

Una Dea della Terza Funzione delle tenebre, stregoneria e degli inferi, che si sovrappone alla prima funzione della conoscenza associata all’ aria, ai cieli notturni e alle stelle, attraverso la quale lei guida il suo esercito furioso di anime e fantasmi. Lei custodisce la conoscenza e la sapienza degli inferi, agisce come la maestra dell’ Altro Mondo per le streghe e le fattucchiere, ed è la Nera Iniziatrice. Lei è, esotericamente, lo Spirito Sottile della Terra, senza l’ aspetto della fertilità della Regina Fatta di Rose. Viene molte volte chiamata Regina di Elfhame o Regina delle Fate, per dimostrare che governa gli Inferi che frequentemente sono chiamati “Elfhame”. Ne parleremo in modo più approfondito quando discuteremo sui vari mondi.

VECCHIO GRIM, SIGNORE DELLA CACCIA, TETTENS, HERN, WODE

Questo è un Dio di prima Funzione della Stregoneria e della Morte. E’ il lider della “Caccia Selvaggia” di cui sentirai parlare molto poi, è il Dio che presiede le anime dei Morti e corre per i Cieli e le Foreste con Cani da Caccia degli inferi durante le notti d’ inverno. Assomiglia molto a Mercurio o Woden, guida i Morti ed è anche Signore Supremo dell’ Aria, dei Cieli Notturni Stellati e dei Venti ed è chiamato Windyat. E’ il dio principale di tutte le streghe e maghi ed è il maestro di tutta la magia. Egli è uno degli Dei del regno di cui parleremo; è gemello nero di Carenos, così da mostrare che Vita e Morte sono gemelle, così come corpo e anima e terra e cielo.

GLI DEI DEL REGNO

Gli Dei del Regno rappresentano molte cose. Eccole:

Sono essi governanti dei quattro regni che sono simbolicamente localizzati nelle quattro direzioni cardinali e rappresentano, tra le varie cose, le stagioni e i quattro stati della vita. In verità i Quattro Regni rappresentano i quattro mondi principali e i loro Dei Governanti rappresentano il Padre di Tutti nel suo ruolo di Governante di questi luoghi e stadi della vita. Nel neopaganesimo in generale, un cerchio è tracciato prima e durante i rituali. Nell’ Arte Antica quando un’ area viene consacrata il “cerchio” non viene chiamato così… bensì viene chiamato Compass Round o Circlestead. Riassumendo, la meccanica di questo atto e la metafisica che vi sta dietro è totalmente differente da quella del cerchio neopagano e i Quattro Dei dei regni sono necessari per consacrare il cerchio, poiché chiamando la loro attenzione attraverso l’ invocazione tu stai di fatto “svegliando” il potere di tutto lo Spirito della Natura per testimoniare la tua Arte che avviene nel Compass. Ancora una volta ne riparleremo poi.

I Quattro Dei dei Regni e le loro associazioni:

GRAFICO (Perso anche questo <_< )

Il Regno d’ Est rappresenta il Mondo Spirituale Superiore, l’ abitazione delle Anime Benedette e i Maestri che hanno raggiunto la Metamorfosi segreta e il Regno degli Dei, chiamati “Chimeri”. E’ il Regno di Tubal/Lucet e il luogo che emette la Luce rinnovatrice. Naturalmente questo Regno è ad “Est” della Bussola. Questo Regno è simboleggiato dal simbolo di Tubal, un Martello e le Tenaglie.

Il regno degli Alberi rappresenta la dimensione spirituale di questo mondo fisico, il che fa di questo la casa di tutti gli Spiriti della Terra dei guardiani degli animali e delle piante. Naturalmente è governato da Carenos, il Padre di Tutti nel suo aspetto di Dio Cornuto della Vita e della Natura. Il suo gemello polare e opposto sta direttamente a nord di lui, il Regno delle Stelle e il suo Governante, Tettens, è il Dio Cornuto della Morte. Ricorda che questi Dei sono aspetti del Padre di Tutti e, dato che egli è Governante della vita e della Morte, queste due facce simboleggiano questo fatto. Questo regno è simboleggiato da un albero e sta a “sud” della Bussola, simbolicamente.

Il Regno di Cristallo rappresenta la dimensione spirituale che si incontra tra i vari mondi, la frontiera dei Mondi, il luogo che non sta né qui né là. Il “Cristallo” si riferisce alle Acque che circondano questo regno. Le persone pensavano che i morti lasciavano questo mondo e viaggiavano ad ovest sopra un corso d’ acqua, che agiva come barriera tra questo mondo e il mondo dei morti. E questo è ben veritiero. Le acque rappresentano una frontiera o barriera che i morti dovevano attraversare per arrivare all’ Isola delle mele, o Isola del Riposo e del Rinnovamento, la quale è l’ Isola Dorata dell’ Arte Tradizionale, dove i morti riposano e si rinnovano. Questo “sulle” acque e, esotericamente”sotto” di loro, è dato dal fatto che i morti vanno agli inferi per attingere al loro rinnovamento. Le mele che danno il rinnovamento ai morti si trovano nel frutteto o giardino sotterraneo della Grande Regina, anche se alcune volte era il suo calderone, che rappresenta l’ utero della vita e del rinnovamento, che i morti cercavano. Entrambi i simboli del rinnovamento sono riscontrabili nell’ Arte Antica. Il Re Moribondo e il Dio Node, Signore delle Acque, e il Dio della Sapienza regna in questo luogo, che è il suo Regno. Il Monte Funebre o Monte Feerico è il simbolo di questo regno e si trova, simbolicamente, ad “ovest” della Bussola.

Infine, il regno delle Stelle, che rappresenta l’ Anima libera, aerea, e il Cielo Notturno è il regno delle tenebre e dei morti, dove si trova il Castello che Piange, chiamato anche Torre Adamantina, dietro il Vento del Nord. Questo è il regno dei Morti e dell’ ultimo mistero, dove tutte le falsità vengono denudate, e dove quindi rimane solo la verità. E’ governato da Tettens, il Signore della Caccia, Dio Anfitrione dei Morti e Guida delle Anime. Questo regno rappresenta gli Inferi. Per i morti di buon carattere gli inferi sono un luogo di riposo e rinnovamento, ma per quelli di cattivo carattere è un locale freddo, arido e di solitudine. Questo regno è simboleggiato da un tridente, un antico simbolo di Mercurio nel quale Tettens, o Herne, ovviamente si identifica. Questo regno sta simbolicamente a “nord” della Bussola.

Siamo arrivati alla fine di questo messaggio. Prima che io termini però, lasciami dire ancora che nell’ Arte Tradizionale, e nello stesso modo in cui venne mostrato da Roy Bowers, gli Elementi associati alle direzioni non seguono l’ usuale visione neopagana del Nord/Terra, Est/Aria, Sud/Fuoco, ed Ovest/Acqua. L’ Arte Antica possiede delle differenti associazioni; non è un errore: quello che ti ho mostrato nel grafico è corretto. Questa è, di fatto, una delle grandi differenze tra l’ Arte Antica e la Stregoneria Neopagana.

image

 

Parte VIII: La Dottrina del Fetch

Questo è il penultimo messaggio sulla “Metafisica dell’ Arte Antica” che scriverò. Dopo questo e quello che segue, entreremo direttamente nei “sacramenti” dell’ Arte Antica e nelle pratiche base, come il Compass Round (la stessa cosa del “tracciare il cerchio”, però sarebbe meglio che tu evitassi di usare questa terminologia modernista, new age), la Croce, lo Smooring e la Libagione. Ti darò anche buone informazioni circa le preghiere e altre formule/incantamenti, ma tutto questo verrà poi. Per ora dirigiamoci verso l’ ultima parte della “teologia” o, come io preferisco dire, della “antropologia spirituale”.

Fetch

La parola “Fetch” è estremamente importante per l’ Arte Antica. “Fetch” possiede molte connotazioni e usi ed è importante che tu prenda familiarità con essi.

“Fetch” basicamente si riferisce al tuo essere non fisico, molto simile alla parola “ferth”. “Fetch” indica una sorta di intelligenza attiva, come un essere.

E’ possibile che tutti voi siate a conoscenza della grande reputazione che le streghe avevano di possedere “spiriti familiari” in forma di animali o a volte di esseri umani, che agivano come aiutanti nelle loro magie e nella loro arte e a volte erano veri e propri compagni e consiglieri.

Bene, questo è un aspetto molto importante nell’ Arte Tradizionale. Nelle società native di tutto il mondo dove l’ Animismo ancora esiste, sciamani e altri popoli spiritualmente attivi possiedono sempre “spiriti ausiliari”, normalmente in forma di Animale. Questi “spiriti ausiliari” aiutano nella cura, nella divinazione e altre capacità, e agiscono sopratutto come guide. La conosciuta nozione dello spirito “Totem” è il migliore esempio. Bene, l’ Europa precristiana, con la sua tradizione nativa animista ancora intatta era molto simile.

Lo “Spirito Familiare” della Strega era e ancora è una memoria folclorica europea del fenomeno della guida spirituale, o ausiliare, che tutte le persone che hanno a che fare con l’ Altro Mondo devono incontrare e con cui farvi amicizia.

In che modo questo è relazionabile al Fetch?

Quando parlo di Fetch, mi riferisco allo Spirito e all’ Anima che agiscono insieme come l’ abitazione della tua coscienza. Se io “convoco il tuo fetch”, io sto chiamando il tuo “corpo spirituale”, la tua coscienza libera dal contatto quotidiano con il mondo fisico, permettendo che esso sperimenti il mondo non fisico extra sensoriale, il che può divenire possibile in virtù del fatto che l’ Anima è, a livelli più elevati, unita con tutti i poteri e di conseguenza lo è con tutti i tempi e luoghi.

La tua coscienza può rompere i limiti della realtà comune e navigare attraverso e attorno ai mondi e attraverso tutta la creazione, e questo è dovuto al fatto che a livello dell’ Anima tutte le cose sono unite. Questa è l’ esperienza “fuori dal corpo” che è tanto discussa e ricercata. La verità su questo argomento è che tu non “lasci” mai il tuo corpo: il corpo, lo spirito e l’ anima “rimangono insieme” durante tutta l’ esperienza ma a te, dalla prospettiva della tua coscienza, sembra di “volare” in altri luoghi e tempi. Quello che stai avendo è una esperienza diretta dell’ Anima, la quale è un riflesso dell’ Anima del Mondo e, “volando” con connessioni invisibili tra tutte le cose, puoi espandere la tua esperienza mentale attraverso l’ esperienza dei tempi, luoghi ed esseri distanti.

Le persone che passano per questo tipo di esperienza liberano la loro coscienza e sperimentano luoghi distanti, incontrano persone morte, incontrano i propri Dei. E tutto questo non è altro che una piccola parte dell’ esperienza della realtà, nel modo in cui l’ Anima la conosce. L’ esperienza “fuori dal corpo” non è un’ esperienza tanto concreta quanto le persone credono che sia. E’ più che altro una visione, un sogno da svegli molto potente.

Il “Fetch”, quindi, si riferisce al tuo essere non fisico e al tuo Capire/Coscienza. Quando la tua Coscienza viene liberata è “esteriorizzata”, e vieni quindi a trovarti in una condizione chiamata “Incantata”, “sopra i piedi” o “Viaggiando”. Può anche assumere il nome di “volo dell’ anima”.

Bene, tutto quello di cui ho scritto ora riguarda solamente UN gruppo di significati del termine “Fetch” (Incantato).

La parola “Fetch” può anche riferirsi ad uno spirito, sia uno spirito di una persona venuta a mancare, un animale, lo spirito di un antenato, o altro; è un po’ come definirlo “fantasma”, “spirito”, o “ombra”.

“Fetch” (Incantato) può riferirsi anche a degli Esseri speciali, ausiliari spirituali personali o guardiani con il quale ogni persona può stabilire un contatto ed allearsi con come fine quello dell’ aver un aiuto nell’ Arte, potere, protezione ed orientamento. Questi esseri, che venivano chiamati anche “Spiriti Famigli”, sono molto centrali nella pratica dell’ Arte; seppur l’ aver trovato il proprio Fetch (Incantato) sia molto importante, esistono due tipi di streghe: quelle che hanno trovato il loro Famiglio e quelle che ancora non l’ hanno trovato.

Lo Spirito Famiglio può apparire come un animale e, di fatto, nove volte su dieci, egli appare prima di tutto con un animale, per ragioni che discuteremo a breve. Questo tipo di spirito familiare è chiamato “Puckerel” o “Animale Incantato”. L’ altro tipo di Famiglio appare come una persona, normalmente, ma non sempre, del sesso opposto al tuo ed è
chiamato “Marito Incantato” o “Sposa Incantata”, o l’ “Altro”. Nell’ Arte Antica delle Isole Britanniche questo essere a volte viene chiamato “Marito Feerico” o “Sposa Feerica”.

Prima di discutere sul chi o cosa sono questi esseri, vediamo dove incontrarli e perchè.

Sarò diretto con te: è il Padre di Tutti che ti concede l’ Animale Incantato. Devi più che puoi incontrare il Padre di Tutti, principalmente nella sua forma Carenos-Robin, o Signore Cornuto della crescita e delle bestie e chiedergli o persuaderlo di concederti la conoscenza del tuo Spirito Famiglio. Egli ha già concesso questa conoscenza e favorito l’ incontro tra la strega e il suo famiglio da tempo immemore. Se non mi credi, LEGGI le TRASCRIZIONI dei giudizi delle streghe. Tutte le streghe in possesso del famiglio ripetono lo stesso ritornello: Il Vecchio Cornuto (o Demonio) mi ha incontrata nei boschi e mi ha dato il famiglio nella forma di (e qui viene il nome del tipo di animale)”. Se non credi in quelle trascrizioni allora basta che leggi qualunque tipo di folclore. Vedrai che la storia è sempre la stessa.

L’ Animale Incantato non è lo stesso per tutte le persone, infatti essi appaiono come differenti animali e tu non puoi scegliere quale animale sarà. Ovviamente c’è una ragione per questo.

Perchè? Perchè avere un Famiglio? Potere. Lo spirito famiglio è un potente spirito e attua come una guida spirituale, un professore e un alleato. Egli aumenta le tue abilità dell’ Arte in tutti i sensi, permettendoti di raggiungere facilmente e in modo potente stati di trance ausiliandoti nella ricezione di sogni profetici (se glielo chiedi egli stesso te li può portare), egli dà potere ai tuoi lavori, protegge la tua spiritualità da danni, sviando i poteri negativi che possono farti male e agire come una guida nei momenti in cui ti trovi “fuori dal corpo”. Il Fetch può anche aiutarti ad “uscire” dal tuo corpo. Sembra che gli spiriti familiari possano agire come grandi aiutanti nella cura e in praticamente qualunque altra cosa che tu decidi che è importante fare.

Ma è chiaro che tu non avrai tutto questo gratis. Tu devi, letteralmente “pagare” per mantenere una relazione con lui, “alimentandolo” e usando altri tipi di metodi per dargli potere personale in cambio del suo servizio.

Ora probabilmente ti stai chiedendo “Dove posso firmare?”, ma vedi, questo non è un processo facile anche se non è nemmeno terribilmente difficile, ma se hai un interesse serio relativo all’ Arte, allora è bene che tu cominci a pensare a tutto questo. Questo rappresenta un nuovo livello di potere e insights per la strega che incontra il suo famiglio, però richiede un nuovo livello di coinvolgimento e responsabilità. A meno che non accada un disastro spirituale, lo spirito famiglio è definitivamente legato alla tua vita e forse anche aldilà di questa.

Ma COSA E’ esattamente tutto questo? E cosa è l’ “altro” che ho citato prima? Questo “Marito Incantato” o “Sposa Incantata”? Cosa è questo? Bene, andiamo a discutere le origini dello spirito famiglio e tutto ti sarà chiaro rapidamente!

Tu sai che esistono molti livelli. Nel livello più elevato, il livello dell’ “anima”, tu sei molto di più che soltanto un uomo o una donna che mangia, dorme, lavora e paga le bollette. In un certo qual modo, il concetto di “Fetch” (Incantato) è qualcosa che si forma quando la tua coscienza comincia a svegliarsi e ad ampliarsi ed inizia a percepire la vera natura multi dimensionale del tuo VERO IO.

Torniamo alla base: sai che hai un Corpo e un’ Anima e uno Spirito che fluisce tra essi. Lo Spirito, o mente, fluisce dalla nascita e dalla vita alla morte. La mente è in grado di sperimentare stati radicali e potenti della percezione alterata, come chiunque si è fatto un viaggio con i funghi allucinogeni deve senz’altro sapere. Ma perchè è così difficile avere queste esperienze? Perchè c’è bisogno di un’ istruzione speciale, un grande sforzo o droghe per poter sperimentare questi stati mentali tanto naturali?

La risposta è semplice: natura. Il tuo corpo animale e tutta la tua programmazione genetica istintiva e GRANDE PARTE del tuo cervello hanno tre obbiettivi principali con i quali nascono: Mangiare, Preservarsi e Riprodursi. Ecco tutto. Grazie al dono del Fuoco della Conoscenza, noi esseri umani adesso possiamo fare molto più che rispondere a questi impulsi primari, ma nulla cambia il fatto che noi, come razza, siamo ancora giovani e il nostro cammino di evoluzione mentale e spirituale è ancora lungo. Noi non ci siamo ancora integrati con il divino dono della conoscenza che il Padre di Tutti ci ha dato. Questo è il motivo per il quale pochi di noi si dedicano a cose come misticismo e stregoneria. L’ essere umano possiede abilità molto limitate di raggiungere uno stato di coscienza aldilà del quotidiano e pochi esseri umani pensano in qualcosa di più che fare sesso, mangiare e guadagnare soldi. Semplice natura.

Ma sai una cosa, tutto questo non è poi male. Se tutti noi stessimo sempre in stati completamente alterati di coscienza la nostra razza finirebbe col morire. E’ LA NATURA CHE TI FA esistere principalmente in stati di coscienza “mondani” poiché tu HAI BISOGNO di questo stato mentale per assicurarti di rimanere lontano dai pericoli e per far sì che tu risponda alle tue necessità corporali. Se noi potessimo entrare in trance in qualunque momento, probabilmente chiunque lo farebbe per scappare dalla “realtà” e finirebbero col buttarsi sotto gli autobus in strada, smetterebbero di mangiare, trascurerebbero sé stessi, non si nasconderebbero quando un orso li insegue nella foresta, etc. E noi non ci incontreremmo l’ uno con l’ altro e non faremmo sesso, poiché saremmo sempre in un altro mondo, letteralmente.

Riassumendo, la nostra razza morirebbe e la Natura non permette tutto ciò. Tu, come qualunque altra creatura a questo punto dell’ evoluzione, devi essere per la MAGGIOR PARTE del tempo in questo stato di coscienza quotidiano, il potere che circola attraverso di noi, così come qualunque altra creatura vivente, vuole vivere in tutti i livelli, includendo il livello GENETICO. E’ la natura.

Perciò questo è il motivo per il quale non puoi semplicemente “uscire dal corpo” in qualunque momento tu desideri, o per lo meno questo è il motivo per cui è così difficile ottenere la conoscenza che ti permette di farlo. Non si può abusare di questa conoscenza e del potere ad essa relazionato altrimenti finiresti per rovinarti la vita; tu devi vivere in entrambi i mondi, essere parte di entrambi i mondi. Lavora durante il giorno. Pratica la Stregoneria durante la notte. So che detto così sembra uno spot pubblicitario, ma è la verità. Perderesti la tua “sanità” lasciando che le tue esperienze con l’ Altro Mondo invadano troppo la tua vita. Prendimi come esempio: io parlo sottovoce al mio spirito famiglio, il quale gli altri ovviamente non possono vedere, ma oggigiorno lo faccio molto meno in pubblico e devo dire che attualmente sbatto con minor frequenza nelle auto della polizia!

IN UN MODO O NELL’ ALTRO, anteriormente ho affermato che puoi vedere la “realtà” dei molti stati di coscienza, dal denso (lo stato in cui ti trovi adesso) al sottile (quando sei in trance, mentre dormi o sogni). Ho affermato anche che tu sei fatto di tre sostanze principali, un corpo, uno spirito e un’anima. Ora usiamo i nostri occhi. Quando ti trovi nel livello denso, concreto, di percezione cosciente, cosa vedi di te stesso? Tu vedi il tuo corpo. Ecco, questo non è tanto piacevole.. anche se qualcuno di noi possiede corpi MOLTO BELLI e non c’è proprio nulla di sbagliato in loro, dalla prospettiva della spiritualità della quale sto parlando, questo è un po’ fastidioso. Voglio dire, il corpo ha le sue funzioni (sai di cosa parlo! smetti di pensare porcherie, cresci un po’!), ma quando cominci ad aprirti verso una maggiore percezione scopri che il tuo corpo è molto limitato.

Nel vedere te stesso nella tua coscienza densa tu vedi quello che i tuoi occhi possono vedere. Ma quando ti vedi attraverso la forte visione degli occhi sottili cominci a sperimentare le cose in modi differenti.

La parte del corpo più “animale” è, ovviamente, il Corpo. La parte più “divina” o trascendentale è, ovviamente, l’ Anima. Ora, non dimenticare che Corpo e Anima sono MOLTO prossimi l’ uno all’ altro.. ricorda dell’ analogia specchio/riflesso.. Essi sono praticamente due lati della stessa cosa. Perciò non pensare mai, mai, che la parte “animale” o del mondo fisico sia meno sacra o potente. Tutto è sacro e potente. Questa è una lezione potente dell’ Arte e delle Antiche Vie. Ogni roccia, ogni fiume, ogni goccia d’ acqua, ogni albero, TUTTO nel mondo è intimamente legato all’ Anima del Mondo. Tutto è sacro, dicono. Non dimenticarlo; perchè credi che le piante e le pietre hanno potere?

La tua porzione “animale” è il Corpo. La tua porzione”divina” è l’ Anima. La tua porzione umana, tra le altre due, è lo Spirito.

Bene, il tuo “Animale Incantato” è una manifestazione del tuo IO animale, nel regno del corpo, o natura. Egli è TE, una tua parte.. la rappresentazione spirituale del tuo IO animale, l’ eredità che condividiamo, geneticamente, con tutti gli altri esseri vivi del mondo naturale. Il tuo spirito deriva dalla TUA percezione/capire della tua anima. E’ la tua parte animale che è ancora in contatto con la natura a livelli più profondi. Essa appare, attua come un individuo e comunica con te, solo non dimenticare che è un’ altra parte di te stesso, che è stato esternato dalla tua coscienza umana. Puoi usare questo spirito per imparare le tue abitudini, ciò che ti piace e cosa no, per essere maestro del potere del mondo naturale e per utilizzare questo potere a tuo beneficio, in magia, nella vita.

Viaggi animistici, subcoscienti, a volte causano molti problemi, come un’ aggressione incontrollata, una sessualità incontrollata (a meno che tu non sia una porno star) e altri problemi simili. Unirsi al tuo spirito famiglio e divenire maestro è fare sì che queste cose tornino in armonia. L’ Animale Incantato è il lato “oscuro” della tua natura, il tuo lato bestiale.

Adesso accompagnami in quello che sto per dirti. Io non sto dicendo che l’ Animale Incantato non ha una propria esistenza. Ce l’ha. Molti spiriti famigli vengono lasciati ai membri della famiglia o a un coven dopo la morte di una strega.. il tuo essere essenziale deriva dall’ animale-di-potere di quel primo essere umano che ha ricevuto il suo famiglio. Ti chiederai allora come può essere qualcosa che è tanto parte di me quanto un’ entità indipendente? Hai realmente seguito quello che ho scritto nei miei messaggi e non hai ancora indovinato? La risposta è che TU non sei un “essere” separato da tutto ciò che esiste.

Tutte le forme della creazione sono intrecciate a livello fondamentale. Tu, totalmente umano, totalmente animale e totalmente anima immortale allo stesso tempo? Come? Questa è la semplice realtà e per alcune Vie il più profondo mistero. Accettalo. Parte del segreto del parlare con gli spiriti, del percepire il mondo spirituale dell’ Arte risiede nell’ accettazione della tua vera Natura, intrecciata con tutto ciò che esiste. E allora lasciati unire a tutto e smetti di limitare te stesso.

La forza che sta dietro il tuo Animale Incantato che ti appare e che lavora con te è la stessa forza che sta dietro ai “veri” animali dello stesso tipo di quelli che vivono nei boschi. Se il tuo Animale Incantato è un Rospo e andando per boschi ne vedi uno che ti saltella intorno, sappi che il potere che esiste in quello stesso rospo è il potere che esiste in te hanno una profonda relazione. Parlare a quella parte del tuo potere è parlare al potere essenziale che forma i rospi in tutti i luoghi. Ma ancora più di questo, tu puoi avere una connessione ANIMALE (e non importa quale animale appaia) con la natura e apprendere segreti potenti attraverso ciò. Questo è il punto dell’ identificarti con il tuo spirito familiare ed usarlo. E così che è stato fin dai Giorni Antichi.

Adesso passiamo ad un discorso completamente differente ma ad esso relazionato.

L’ “Altro”, l’ Amante Incantato.

Bene, lascia che io cominci questa discussione dicendo che io scriverò riguardo il Marito/Sposa Incantato(a) dalla prospettiva di un UOMO. Ammetto che non ho idea di come questo processo funzioni dal punto di vista di una donna. Io sono uomo e quindi quando parlo dell’ “Altro” non ho scelta, devo scrivere basandomi sulla mia esperienza di uomo.

Per favore, essere femminile che leggi, pensa a tutto ciò che hai letto e scrivimi per raccontarmi la tua prospettiva come donna. Questa è una parte importante dell’ Arte e deve essere ben capita.

Dicevo, un po’ di tempo fa, che quando tu ti vedi usando la tua coscienza sottile, tu vedi te stessi in un modo nuovo. Uno dei modi in cui vedi il tuo Corpo e, dietro esso, il potere naturale del tuo IO animale, è sotto forma di Animale Incantato. Il Corpo rappresenta il tuo io “mondano” e lo Spirito e l’ Anima rappresentano il tuo io dell’ altro mondo. Quando tu vedi il tuo IO dell’ altro mondo, hai la possibilità di vedere la porzione animale del tuo potere in forma di Animale Incantato, o di vedere la porzione divina del tuo potere, cioè la tua Anima, in forma del tuo Marito Incantato o Sposa Incantata.

Sì. La tua Anima appare a te in una forma che la tua mente può comprendere, quindi appare come essere umano, e a me appare come una donna. Perchè questo fatto è importante? La mia anima è il riflesso di chi? Indovinato… della Grande Dea Madre. Quando il mio spirito ricercatore si unisce con la mia anima, quale è il simbolo di questa unione? A livello fisico, il Sesso.

Questa è la verità segreta che sta dietro di tutte quelle sciocchezze che hai sentito sull’ “Anima Gemella”. La tua anima gemella è letteralmente questo: la tua Anima. La mia anima mi appare come una donna, una donna il cui viso io ho sempre conosciuto: lei è veramente il mio ideale di bellezza, quell’ idea che io avevo in mente da quando sono nato, di come doveva essere la mia donna “ideale”.

E’ questo il motivo per il quale differenti uomini trovano attraenti vari tipi di donne. Un uomo ha la propria nozione di “ideale di bellezza” in sé che in modo subconscio fa si che questi vada alla ricerca di donne che assomigliano il più possibile a quell’ idea. Questa idea viene dalla tua Anima. E’ questo ciò che l’ uomo “cerca” nell’ aspetto di una donna, senza conoscerne il motivo.

Questa immagine femminile ideale che ha dentro di sé è il volto della sua anima, quando vista dalla prospettiva dello spirito. E’ anche la faccia della Dea. Se tu chiedessi ad altri di fare il ritratto della “Dea” per come appare a loro, questi disegnerebbero il volto della loro anima. Io ho sempre immaginato la Dea in un certo modo e il giorno in cui ho incontrato la mia anima (o, dovrei dire, il giorno in cui il mio Animale Incantato mi ha rivelato la mia anima) l’ ho vista con l’ aspetto che io immaginavo.

Il mio desiderio sessuale per le donne, principalmente per quelle che assomigliano alla mia Sposa Incantata, non è niente altro che una conseguenza fisica dell’ attrazione del desiderio che il mio spirito sente per la mia anima, che il mio spirito sente per la mia Sposa Incantata. Quando passo del tempo con lei (e noi abbiamo già avuto molti incontri, nel quale abbiamo conversato) trovo il modo di soddisfare i miei desideri e divenire uno con lei. Se vuoi pensare questo in termini di unione sessuale “spirituale” puoi anche farlo. Ricorda però che l’ unione con l’ (la) Amante Incantato(a) è molto più profonda. Questo rappresenta l’ unione dello spirito e dell’ anima, nel quale è possibile unire temporaneamente la coscienza con tutte le cose ed è possibile, in modo permanente, raggiungere uno degli obiettivi dell’ Arte: il benedetto stato d’ essere dei Maestri.

Quindi sì, l’ Amante Incantato rappresenta non solo il tuo lato maschile occulto (se sei donna) o il tuo lato femminile occulto (se sei uomo), ma è anche un modo che l’ ANIMA ha di apparire alla tua coscienza.

Adesso una domanda: Ma l’ anima di tutte le persone non dovrebbe apparire come donna? Se l’ anima è femminile ed è una manifestazione diretta dell’ Anima del Mondo (che è femminile), perchè una donna incontra la sua anima come “Marito” Incantato? La risposta è: non lo so. Non sono una donna.

Se vogliamo parlare di polarità allora FORSE la donna è già stata in contatto sufficientemente con la sua anima e quindi non ha bisogno di unirsi a lei. Forse con il suo spirito, nella forma di Marito Incantato, forse le menti femminili sono basate sullo spirito ma sono già in contatto con l’ anima (e questo spiegherebbe perchè loro possiedono il misterioso intuito femminile!) e quindi è con lo spirito che hanno bisogno di integrarsi totalmente.

Questo permetterebbe alle anime delle donne di apparire ancora come femminili, benché, nel caso delle donne, per vedere la loro “anima” tutto quelli di cui avrebbero bisogno è guardarsi allo specchio, mentre un uomo ha bisogno di guardare dentro di sé.

Ma la verità è che io non posso spiegare tutto questo dalla prospettiva femminile; apprezzerei che le donne che mi stanno leggendo me lo spiegassero. Le mie idee riguardo questo discorso sono proprio queste che hai letto ora.

In un certo qual modo l’ Amante Incantato agisce come il tuo amante, il tuo maestro, guida, ed è l’ essere che ovviamente ti insegna le verità più profonde e potenti, è la voce della tua anima, che è infinitamente saggia e onnisciente, grazie al suo legamento con l’ Anima della Creazione. Se quello che ho scritto sulle donne dovesse essere vero, cioè che il loro Marito Incantato è lo spirito che appare loro, non dovrebbero lamentarsi di questo, poiché la “voce” del loro Spirito, che è il figlio del Padre Spirito della Creazione, non è certo meno saggio o onnisciente della Grande Dea Nera, e l’ unione con questo Marito Incantato porterebbe le donne alla stessa unione che gli uomini sperimentano con la loro Anima.

Il fatto è che le donne, tutte loro naturalmente, incarnano fisicamente, la Grande Dea Nera, e gli uomini incarnano il suo Figlio e Consorte. Tutti noi dobbiamo unirci uno all’ altro, e quando lo facciamo, ci completiamo: per un momento in questo mondo fisico questa complessità diviene la grande estasi dell’ orgasmo. Nello spirito, questa complessità è indescrivibile. Ma se l’ esperienza spirituale è remotamente simile all’ intensità della sensazione fisica di un orgasmo, allora io voglio dedicarmi ancora più ai miei studi nell’ Arte!

Aggiungendo una piccola nota finale, non pensare mai che il tuo Animale Incantato sia “minore” del tuo Amante Incantato. Essi hanno tra loro la stessa relazione che il Corpo e l’ Anima hanno. Ti ricordi vero di come questa relazione è stretta e profonda? Lo specchio e il riflesso? Non dimenticarlo mai! L’ Animale e l’ Anima sono molto differenti e allo stesso tempo molto simili. I due poli del tuo Fetch/Incantato, il tuo Animale e l’ Amante Divino, non sono così differenti. Il giorno in cui vedrai uno trasformarsi nell’ altro, come l’ ho visto io, allora capirai meglio questo mistero.

Continua…

Traduzione dall’ inglese al portoghese e adattamento a cura di Gabriel Mallet Meissner
Traduzione dal portoghese all’ italiano e adattamento a cura di Nera

© Robin Artisson – Tutti i diritti riservati
Proibita la riproduzione parziale o totale dell’opera previa autorizzazione scritta dell’autore

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...