Nostalgia del buio

il blog di giampaolo simi

Mai stato un fanatico di Halloween. Ma qualche anno fa andai in Garfagnana ad ascoltare i racconti degli anziani conservati e digitalizzati nell’archivio comunale di Piazza al Serchio. Ascoltando quelle voci capii perfettamente come mai da quelle parti Ognissanti ha un fascino così profondo. Anche perché mentre ascoltavo arrivò un temporale terrificante e saltò la corrente. Questo è quanto scrissi al ritorno (è un po’ lungo, vi avverto):

Sciamani del buio

C’è una cosa, fra le tante, che segna un confine preciso fra la civiltà contadina e l’avvento della modernità e dell’urbanizzazione.

E’ il buio che oggi noi possiamo rischiarare in qualsiasi momento con un accendino o con il display del cellulare. Davanti a una foto satellitare notturna o su un aereo dopo il tramonto ci rendiamo conto come nella nostra vita il buio, quello vero, sia pressoché scomparso.

Assieme al buio vero, dal cielo sono scomparse moltissime stelle, le…

View original post 1.391 altre parole

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...